Sanità

Manno chiede a Lagalla alcune assunzioni

Facendo seguito all’incontro di venerdì scorso fra il direttore generale dell’Ausl 7, Fulvio Manno, e l’assessore regionale alla Sanità, Roberto Lagalla, con il quale si è manifestata la disponibilità di venire incontro alle esigenze più urgenti della sanità iblea, è stata preparata una dettagliata richiesta per l’assunzione a tempo determinato di 2 primari, 33 medici, 3 farmacisti, 5 ostetriche e 10 tecnici sanitari necessario per garantire i normali livelli di assistenza. La richiesta di autorizzazione e la relativa copertura finanziaria (€ 1.571.849), che sarà sottoposta all’attenzione dell’assessore Lagalla nel corso di un incontro con il direttore generale Manno, fissato per domani, prevede, in dettaglio, le seguenti figure: - ¬1 direttore di struttura complessa per il Pronto Soccorso di Modica; - 1 direttore sanitario per il P.O. di Vittoria; - 2 medici della disciplina di medicina trasfusionale - 3 medici nella disciplina di neurologia per il P.O. di Vittoria; - 1 medico oftalmologo; - 1 medico odontoiatra; - 1 medico dello sport per il Distretto di Modica; - 1 medico per il SerT di Vittoria; - 1 medico geriatra per il P.O. di Modica; - 2 medici radiologi per i presidi ospedalieri di Comiso e Vittoria; - 4 medici disciplina di medicina e chirurgia d’accettazione e d’urgenza per i pronto soccorso dei presidi ospedalieri dell’Azienda; - 3 medici di chirurgia generale; - 8 medici anestesisti-rianimatori necessari per l’attivazione della Rianimazione del P.O. di Vittoria; - 1 medico gastroenterologo per il P.O. di Modica; - 2 medici pediatri; - 2 medici ortopedici per i presidi ospedalieri di Modica e Scicli; - 1 medico di medicina generale per il P.O. di Comiso; - 3 farmacisti; - 5 ostetriche; - 2 tecnici di radiologia per i PP.OO. di Comiso e Vittoria; - 8 tecnici di laboratorio biomedico per i PP.OO. di Comiso e Vittoria.
Per lunedì 23 luglio prossimo, l’assessore per la Sanità ha comunque convocato nella sede dell’Assessorato tutti i direttori generali delle aziende sanitarie della Sicilia per una verifica sull’attuazione del Piano di Rientro Regionale, con particolare riferimento alla gestione del personale.