Scuola

Tagliate le cattedre di sostegno

Rispetto allo scorso anno scolastico sono aumentati gli alunni diversamente abili e diminuito il numero degli insegnanti di sostegno. Le organizzazioni sindacali hanno già esposto il caso al prefetto Marcello Ciliberti e denunciano l'impossibilità di garantire a tutti gli studenti della fascia dell'obbligo il diritto allo studio.
I tagli imposti dalla legge finanziaria sono stati calati dall'alto con una logica ragionieristica che calpesta anche i diritti sanciti dalla Costituzione. «È grave infierire proprio contro questi alunni e contro le loro famiglie», hanno sottolineato ieri Giovanni Avola (Cgil), Antonio Palermo (Cisl), Palmira D'Agostino (Uil) e Saro Di Pasquale (Snals). I numeri spiegano meglio di ogni altra considerazione la situazione: i soggetti diversamente abili iscritti quest'anno a scuola sono 59 in più rispetto al 2006-2007 e le cattedre di sostegno sono diminuite di 36 unità.
Alcune situazioni, come quelle verificatasi all'istituto comprensivo «Consolino» di Vittoria (dove sono stati tagliati due posti di sostegno alle elementari e due alle medie), hanno messo in seria difficoltà il dirigente scolastico, altre emergeranno non appena avranno inizio le lezioni anche perché molti genitori non sono ancora a conoscenza degli effetti di questi tagli.
Cgil, Cisl, Uil e Snals sono pronte a offrire la propria consulenza legale alle associazioni che operano nelle realtà dei diversamente abili e alle loro famiglie per intraprendere la via giudiziaria qualora la mediazione del prefetto non ottenga i risultati auspicati. «Con questi tagli – hanno anticipato i sindacati della scuola – non si potrà garantire il diritto all'istruzione e la qualità dell'offerta formativa».
La soluzione giudiziaria appare assai probabile anche perché la direzione regionale ha detto in modo chiaro che modificherà gli organici solo in presenza di sentenze della magistratura. I sindacati sperano, comunque, che l'intervento del prefetto Ciliberti possa sortire gli effetti sperati dalle famiglie e dai docenti.

https://www.ragusanews.com//immagini_banner/1531731979-3-despar.gif