Sanità

Busacca, interviene Donzella, Uil

Un ospedale alla deriva?, il segretario aziendale della Uil sanità, Bartolo Donzella, denuncia lo stato di abbandono e di degrado in cui versano i viali, le aree giardinate e le strade di collegamento tra i vari padiglioni che da anni non riceverebbero la necessaria manutenzione per garantire sicurezza ai pazienti trasportati in barella o in ambulanza tra un reparto e l’altro. E’ duro Donzella nei riguardi dei vertici aziendali. Il responsabile aziendale della Uil si dice preoccupato soprattutto per le condizioni in cui si presenta la stradina di accesso al pronto soccorso, un percorso accidentato, pieno di buche, e inadeguato per consentire un’agevole percorrenza delle ambulanze in entrata che in uscita. << Le sollecitazioni, i richiami per ridare decoro all’intera area non sono serviti a nulla. Noi del sindacato avvertiamo un disinteresse totale nessun intervento viene effettuato da anni, ed intanto l’erbaccia cresce, i rifiuti aumentano ma soprattutto non si ha rispetto per la salute del malato con quelle strade dissestate. Non vorremmo che questa situazione fosse il segnale di un processo di smantellamento del presidio>>. In città rimane sul tappeto la questione relativa al futuro del nosocomio per il quale sono state chieste precise garanzie non solo per riguarda i servizi di lunga degenza ma anche sulle unità operative per acuti di medicina, chirurgia, ortopedia, psichiatria e neurologia. Sono state sollecitate informazioni precise sull’ipotesi di ridimensionamento del servizio di pronto soccorso. Il manager Fulvio Manno ha affermato che sono stati investiti più di 10 milioni di euro nell’ospedale di Scicli.

https://www.ragusanews.com//immagini_banner/1536936071-3-despar.gif