Sanità

Guardie mediche, intervengono gli on. Ragusa, Ammatuna e Zago

L’incontro, oggi, all’Assessorato alla Sanità tra i rappresentanti della comunità iblea e i deputati regionali Ragusa, Ammatuna e Zago con l’Assessore Roberto La Galla, ha prodotto una sostanziale modifica delle posizioni dello stesso Assessorato.
Le guardie mediche resteranno aperte, in particolare quella di Ragusa Ibla e di Pedalino manterranno la loro funzionalità, vi sarà solo una riduzione da 28 ore a 26 ore settimanali.
I deputati Ragusa, Ammatuna e Zago, vista la determinazione dell’Assessore La Galla a ottenere risparmi di bilancio chiudendo un numero consistente di guardie mediche turistiche,  hanno anche presentato una mozione d’aula in cui si impegna il Governo regionale a garantire l’attuale numero e l’efficienza delle guardie mediche siciliane. Ciò è stato pensato nell’ottica del rispetto delle prestazioni mediche di base e di primo soccorso per tutti i cittadini che, particolare non trascurabile, viene tutelato dall’art. 32 della Costituzione italiana. I deputati iblei hanno così inteso dare un segnale forte al Governo regionale al fine di stabilire dei limiti ai tagli nella sanità oltre i quali, a detta di Ragusa, Ammatuna e Zago si incorrerebbe nel rischio di contravvenire al dettato costituzionale arrecando un grave danno sia alla tutela della salute dei siciliani oltre che un altrettanto grave danno d’immagine per la nostra Regione.
 


On. Ragusa
On. Ammatuna
On. Zago

https://www.ragusanews.com//immagini_banner/1523353389-3-cappello.gif