Scuola

Colpi di Karate, intuizioni di Fisica al Cataudella

Fisica e Karate, così lontani, così vicini.

Il progetto “Fisica e Karate” è stato inserito, dall'Ufficio Scolastico Regionale, fra le attività del Programma Nazionale "Scuole Aperte".

 Mercoledì 25 marzo riparte, presso l’Istituto Quintino Cataudella di Scicli, lo “Studio delle leggi della fisica applicate alle tecniche di karate finalizzate alla difesa personale”. Il progetto fa seguito alla attività svolta in autunno in collaborazione con il maestro Antonino Giannì.

“Le attività del progetto saranno svolte prevalentemente in palestra la quale diverrà anche un laboratorio di fisica nel quale gli studenti acquisiranno nozioni di difesa personale con le dovute giustificazioni scientifiche dell’efficacia delle diverse azioni –spiega il professor Concetto Gianino-. In particolare gli studenti saranno guidati a comprendere sia leggi della fisica che intervengono in un particolare tecnica di karate e sia quello che accade all’interno del proprio corpo studiando l’azione dei muscoli, dei tendini e delle articolazioni; grazie alla collaborazione dei professori Carbone e Cottone. Sono altresì previste misure sperimentali con l’aiuto di supporti audiovisivi e informatici. A fine corso, nel mese di maggio, si organizzerà un pomeriggio aperto al pubblico nel quale si presenteranno a tutti gli intervenuti le attività svolte”. Il progetto è stato premiato dall’Ufficio scolastico regionale per la sua innovatività.