Scuola

Itas, le prime due classi a Jungi. In affitto

Le prime e le seconde classi dell’Istituto Tecnico Agrario di Scicli, a partire dall’anno scolastico 2008-2009, saranno trasferite a Jungi, in locali che saranno presi in affitto dall’ente di viale del Fante.

E’ l’impegno che l’amministrazione provinciale di Ragusa, e per essa dall’assessorato alla pubblica istruzione, ha preso con l’Istituto di contrada Bommacchiella a Scicli, che fa i conti con una emorragia di iscrizioni al primo anno in parte dovute alla distanza di cinque chilometri della scuola dal centro abitato. Il non ottimale collegamento con il servizio di trasporto pubblico urbano, la necessità di accompagnare i ragazzi a scuola in auto o di dotarli di scooter già a quattordici anni, ha indotto in passato diverse famiglie a rinunciare all’iscrizione.

E dire che in un territorio agricolo vocato quale quello di Scicli l’offerta formativa dell’Itas è fondamentale.

La scuola ha lanciato di recente dei corsi di studio destinati a creare nuova occupazione in campo agricolo. I nuovi orientamenti sono: enologia e tecniche di degustazione degli alimenti, agrituristico, manager aziendale esperto in tracciabilità degli alimenti e certificazione di qualità, erboristica e dietetica degli alimenti. L'Istituto collabora attivamente con l'Istituto di Biometereologia del C.N.R. di Firenze e con la facoltà di Scienze Agrarie dell'Università degli studi di Catania con sperimentazioni effettuate di concerto tra lo stesso, i vari Dipartimenti universitari e i Servizi Tecnici Periferici (settore agricoltura) della regione Sicilia. Opera inoltre a diretto contatto con le aziende agricole e zootecniche, con gli oleifici, i mangimifici, e tutti quei comparti del settore agricolo che sono all'avanguardia nel nostro territorio. Sulla base di quanto previsto nel Progetto "Cerere 90" ad indirizzo "Agro-generale", unitamente alla formazione data dalle discipline umanistiche e scientifiche di base, quali l’italiano, la storia, la fisica, l’educazione fisica, peculiarità dell’insegnamento sia nel biennio, che nel triennio, è stata quella di fornire agli studenti elementi fondamentali per l’interpretazione delle realtà agricole e per la conduzione e l’assistenza di aziende agrarie, individuando certi contenuti e taluni necessari approfondimenti in un quadro didattico logico, generativo di effetti formativi.

Stando agli impegni della Provincia, le prime due classi a partire da settembre saranno a Jungi, e questo ha già favorito un’impennata nelle iscrizioni alla prima classe.

https://www.ragusanews.com//immagini_banner/1523353389-3-cappello.gif