Sanità

Una sola ambulanza a Scicli? E di che vi meravigliate?

“La vera novità di questa stagione è l’assenza dell’ambulanza a Sampieri. Per il resto da otto anni, se si esclude il periodo estivo, c’è una sola ambulanza del 118 a servizio della città e delle borgate”.
A parlare, chiedendo l’anonimato, è un operatore del servizio di emergenza di Scicli. La notizia della petizione per chiedere una seconda ambulanza suscita lo stupore dell’operatore: “L’ambulanza è sempre e solo stata una. Il fatto nuovo è che questa estate per la prima volta non apre la guardia medica di Sampieri, con relativa ambulanza”.
Un mestiere difficile, quello di soccorritore. “Ci sono tre parametri attraverso cui valutare se un intervento può essere considerato un codice rosso: respiro, polso, coscienza. Accade purtroppo che a volte venga attivato da chi lancia l’allarme un codice rosso che rosso non è”.
In provincia di Ragusa manca la centrale operativa del 118, e spesso la centrale catanese non riesce a localizzare in maniera puntuale e tempestiva il sito in cui si sta verificando il dramma.
“A Scicli ci sono professionalità di buon livello, ventidue infermieri costantemente aggiornati si alternano nei turni, insieme a barellieri e autisti”.
Ma l’incidente verificatosi nel corso Mazzini una settimana fa ha messo il panico: più di dieci minuti per aspettare un’ambulanza impegnata in un altro soccorso,a fronte di un incidente stradale che si è verificato in pieno centro storico.
“E’ la stessa situazione degli altri nove comuni della provincia, escluse Modica e Ragusa, dove c’è la rianimazione. Solo in questi due centri esistono due ambulanze. Pensate a Vittoria, che ha il triplo degli abitanti di Scicli. Lì hanno una sola ambulanza”.
Che fare? Tagliare i fondi delle convenzioni alle cliniche private per recuperare ciò che serve per aumentare il numero dei mezzi di soccorso e soprattutto provvedere alla presenza del medico a bordo?
A Scicli intanto prosegue la raccolta di firme grazie a una petizione popolare. Per chiedere quantomeno il ripristino della guardia medica estiva, con relativa ambulanza, a Sampieri, e ripristinare la copertura del servizio lungo la fascia costiera. Nell’auspicio che non si renda mai necessario l’intervento contemporaneo dell’unica ambulanza in due luoghi diversi e distanti del territorio comunale.


Firma la petizione

https://www.ragusanews.com//immagini_banner/1523353389-3-cappello.gif