Scuola

Gelmini: nasce la scuola italiana del futuro passato. Una riforma epocale

l’ostruzionismo da parte dell’opposizione i presupposti di urgenza per mettere la fiducia alla Camera ci sono tutti. Inoltre è urgente rispondere al bullismo, è urgente introdurre il voto in condotta, è urgente semplificare il sistema con i voti ed è urgente il ritorno dell’educazione civica".
 
La scheda riassuntiva dei punti salienti della riforma:
 
- RITORNA IL VOTO IN CONDOTTA
È stato ripristinato il voto in condotta, che torna a fare media con i voti nelle materie scolastiche. Gli studenti saranno valutati non solo in base ai risultati conseguiti nelle singole discipline, ma anche in riferimento ai comportamenti che avranno tenuto in classe e a scuola. Nei casi di grave insufficienza nella condotta l’alunno non sarà ammesso all’anno successivo. Questa è una risposta non solo al moltiplicarsi dei fenomeni di bullismo ma soprattutto il segnale che la scuola intende recuperare la propria dimensione di ambito educativo di ogni singolo studente
 
- RITORNA IL VOTO IN PAGELLA
Per dare maggiore e immediata chiarezza alla valutazione degli alunni, ci sarà un ritorno ai voti in pagella. I voti saranno affiancati dai giudizi, che saranno utilizzati per spiegare e motivare il voto. In questo modo genitori e studenti avranno una migliore percezione del grado di preparazione raggiunto.
 
- RITORNA IL MAESTRO UNICO
Dal 2009 ritorna il maestro unico dalla prima elementare, per dare un solo punto di riferimento ai bambini e valorizzare il ruolo dell’insegnante.
 
NASCE LA SCUOLA PUBBLICA ITALIANA DEL FUTURO.
Viene introdotta una nuova forma verbale: oltre al futuro prossimo e a quello anteriore si coniugherà anche il FUTURO PASSATO.
L'Italia scommette sulla scuola.
Scommettiamo che la prossima volta la chiuderanno!
 

ric

https://www.ragusanews.com//immagini_banner/1523353389-3-cappello.gif