Scuola

Il liceo Cataudella di Scicli vince il premio Bonacini

L’I.I.S.S. “Q. Cataudella” di Scicli (RG) diretto dal prof. Ignazio Inclimona, si è aggiudicato il primo premio del 31° concorso nazionale “Cesare Bonacini” (A.S. 2007/’08), promosso annualmente dall’Associazione per l’Insegnamento della Fisica (AIF) e dedicato alla memoria di Cesare Bonacini , che fu Presidente sapiente ed entusiasta dell’AIF, appassionato e convinto sostenitore del valore della partecipazione congiunta di studenti ed insegnanti a lavori scolastici con carattere di indagine sperimentale. La proclamazione è avvenuta nella giornata di apertura del Congresso Nazionale AIF. L’istituto si è aggiudicato il primo posto con un lavoro condotto dagli studenti Andrea Cannella, Giulia Pagano, Bartolomeo Alfieri e Ilenia Campailla, guidati dal prof. Concetto Gianino con l’assistenza tecnica del Sig. Angelo Budello. Oggetto di studio è stato l’effetto Leidenfrost, molto comune in cucina, che consiste nella non vaporizzazione istantanea delle gocce d’acqua lasciate cadere su una piastra rovente a temperatura decisamente superiore a quella di ebollizione dell’acqua. Chi è pratico di cucina sa bene che per verificare se una padella ha raggiunto la temperatura idonea per arrostire una fettina di carne le gocce d’acqua spruzzate sopra ad essa devono mantenersi per parecchio tempo muovendosi sulla padella liberamente senza attrito. Gli studenti hanno studiato il fenomeno spiegandosi il motivo di questo effetto, misurando la temperatura alla quale inizia e lo spessore di vapore che fa da cuscinetto alla goccia. Il lavoro è stato anche pubblicato dal prof. Gianino nel numero di novembre della rivista internazionale Physics Education.