Sanità

L'on. Ammatuna: Inaccettabile taglio posti letto

“Eravamo stati facili profeti nel prevedere che il nodo della sanità sarebbe stato il banco di prova per la maggioranza, tant'è che il Presidente Lombardo minaccia di porre la fiducia sul provvedimento. Ieri, inoltre, nel corso dell'audizione dei direttori generali delle Ausl siciliane in Commissione Sanità, sono state manifestate da parte dei presenti grandi perplessità per l'applicazione del piano di rientro sanitario. L'Assessore Regionale alla Sanità parte da premesse condivisibili per sostenere la bontà del suo piano, ma gli interventi previsti non sono poi conseguenti con le premesse. E' necessario cambiare sistema, come afferma giustamente l'Assessore Russo, perchè la sanità è stata asservita ad esigenze clientelari, di creazione di consenso elettorale e non per garantire livelli adeguati di assistenza ai cittadini. Dimentica di dire, però, l'Assessore alla Sanità che si è arrivati a questo punto di non ritorno per le scelte operate, negli ultimi dieci anni, dai governi di centro destra come quello di cui adesso lui fa parte integrante. Afferma ancora l'Assessore Russo che bisogna partire dai territori e dai cittadini, nobile principio che però tradisce subito quando pensa di tagliare in maniera indiscriminata i posti letto senza operare distinzione alcuna fra realtà dove è giusto intervenire in questo modo e altre nelle quali andrebbero mantenuti se non addirittura potenziati. La provincia di Ragusa ha una percentuale di posti letto per abitanti del tre per mille, inferiore sia alla media nazionale che a quella regionale. Se i posti letto si riducono in maniera uguale in tutta la Sicilia, significa che non si parte dai territori o dai cittadini ma si opera in maniera indiscriminata. Per la provincia di Ragusa i tagli di posti letto previsti non sono accettabili, così come non può essere condivisibile la riduzione delle convenzioni con le strutture private, in numero minore e con costi inferiori a tutte le altre realtà provinciali. Se un intervento drastico di riduzione può essere comprensibile per province come Catania, Messina , Palermo o altre ancora, non può essere usato lo stesso parametro per Ragusa. Il PD si è detto disponibile a prendere in considerazione gli interventi contenuti nel vecchio piano di rientro, che prevede tagli per 2500 posti letto, ma l'Assessore Russo va oltre pensando di ridurre, in maniera indiscriminata, di 5700 la disponibilità di posti letto. Sono fumose e velleitarie poi le indicazioni dell'Assessore alla Sanità a proposito del potenziamento delle strutture del territorio per evitare i ricoveri impropri. Di fatto, non ci sono proposte concrete di riduzione di ricoveri impropri perchè non c'è il coinvolgimento dei medici di medicina generale. Ed ancora non si fa cenno all'istituzione o al potenziamento, ove esistono e sono poche realtà, delle strutture di Osservazione Breve nei Pronto Soccorso degli ospedali, capaci di evitare un numero elevato di ricoveri impropri e di aumentare il livello di qualità dell'assistenza sanitaria. Proprio a questo proposito, nei prossimi giorni, mi farò promotore di un emendamento da presentare in Aula per l'istituzione di Unità operative di Osservazione Breve negli ospedali. Quello attuale, così come proposto dall'Assessore Russo, è un piano di rientro sanitario da avversare. Se invece l'Assessore Regionale alla Sanità, che ritengo essere persona onesta e corretta, mette da parte l'attuale arroganza e si confronta con tutti, ritengo che il piano possa essere integrato, partendo proprio da quelle premesse che ho considerato valide. Le minacce del Presidente Lombardo dimostrano la debolezza sua e della maggioranza bulgara che lo sostiene, già divisa ed incapace di affrontare il primo test importante al quale è sottoposta, figurarsi quindi quando si presenteranno altre questioni, non meno importanti della sanità. Questo non è federalismo. Se non si parte dai territori e non si premiano i virtuosi, distinguendoli da chi invece è responsabile di inefficienze, non ci potrà mai essere vero federalismo”.

https://www.ragusanews.com//immagini_banner/1523353389-3-cappello.gif