Scuola

Scienze sociali a Modica, si va verso l'occupazione della sede

(*gioc*) “Non possiamo ancora aspettare! Se entro il 30 novembre il Consorzio Universitario Ibleo ed il Rettore dell’Università di Messina, non firmeranno la convenzione, il primo anno del corso di laurea in Scienze Sociali non si attiverà più. Noi non lo permetteremo”.

Fanno la voce grossa gli studenti del corso di laurea con sede a Modica Alta, che oggi pomeriggio hanno dichiarato l’occupazione dei locali. “La mancata attivazione del primo anno del corso di laurea – spiega la rappresentante degli studenti, Valentina Spata – avrà come conseguenza diretta la chiusura del corsi di laurea stesso. Noi ci opporremmo e protesteremo con tutte le nostre forze e l’occupazione di oggi è solo un primo passo. Non faremo passi indietro – continuano – sino a quando non si arriverà ad una soluzione”. Ed all’occupazione di ieri pomeriggio hanno partecipato tanti studenti, i quali hanno ribadito “d’aver perso la pazienza. Non volevamo arrivare a ciò ma dobbiamo, in un modo o nell’altro, farci sentire!”.

“Non possiamo essere noi studenti a pagare – dice il consigliere di facoltà, Marco Santoro -. Noi abbiamo pagato le tasse; iniziare l’anno accademico è quindi un nostro diritto. Ciò che chiediamo – continua Santoro – è l’attivazione immediata del primo anno del corso di laurea. Siamo una grande famiglia ed insieme continueremo questa battaglia fino a quando il Consorzio Universitario Ibleo e l’Università di Messina non troveranno un accordo”.

Più duri i giudizi di alcuni studenti: “Basta con le promesse, basta con la diplomazia. Queste non ha portato a nessun tipo di risultato! I deputati si erano impegnati ad incontrare il Rettore dell’Università di Messina entro la giornata di lunedì. Ad oggi, mercoledì, questa interlocuzione non c’è ancora stata. Noi studenti quindi non abbiamo ancora alcun tipo di risposta!”

Giorgio Caruso

https://www.ragusanews.com//immagini_banner/1523353389-3-cappello.gif