Pubblicità Ragusa

Il tormentone dei regali di Natale. Da Arpel la soluzione

Cosa regalare a Natale?

E’ il tormentone che affligge tutti in dicembre, quando si cerca invano di trovare l’originalità, l’oggetto di gusto, che risponda alle esigenze o alle aspettative di chi il regalo dovrà riceverlo.

C’è di più. Perché il regalo è un momento di comunicazione, un messaggio che dice molto della nostra personalità, dello stile di vita di chi offre il dono, della cura con cui abbiamo scelto, pensato, coccolato il nostro partner, la persona cara, l’amico.

L’enfasi che, giustamente, si pone nella scelta dell’oggetto da regalare nasce da tutte queste considerazioni, e si complica ancor di più quando entrano altre due variabili: l’esigenza di poter scegliere rispetto a una gamma varia, e quella di poter calibrare di volta in volta la spesa.

I sei negozi Arpel presenti in Sicilia (tre a Ragusa, uno a Vittoria, l’altro a Pozzallo, e, last but not least, a Messina) quest’anno offrono una serie di soluzioni che vengono incontro alle esigenze di tutti.

Prima il buon gusto, l’eleganza. Nei negozi Arpel di Antonio Aggius Vella è possibile regalare dal portafogli all’accessorio per donna, dal giubbotto al portadocumenti puntando su un brand che è sinonimo di raffinatezza, prestigio, bontà del prodotto: Piero Guidi.

E siccome è facile naufragare nel mare degli oggetti anonimi, tutti uguali, ripetitivi, di cui vengono inondate le nostre case, Piero Guidi vi offre l’opportunità di creare oggetti unici. Scegliendo un prodotto della linea Bond è possibile far incidere sulla targhetta  il nome di chi riceverà il regalo, “Mario Rossi by Piero Guidi”, rendendo unico quel capo, quell’accessorio.

https://www.ragusanews.com//immagini_banner/1527078687-3-polo.gif

Hanno fatto così i Rolling Stones, nel loro set di valigie, e col nome Karol venne marchiato il piumino bianco da montagna che Guidi regalò personalmente a Giovanni Paolo II parecchi anni fa.

Quale migliore idea per un anniversario di matrimonio, per celebrare una data importante.

Dai personaggi dello sport e dello spettacolo ai professionisti dell’industria e della finanza, agli esponenti dell’arte e della cultura, migliaia di persone in tutto il mondo hanno inciso il proprio nome e cognome su questa targa.

Alla sorpresa del regalo personalizzato unirete la soddisfazione di aver donato un oggetto unico e irripetibile alla vostra persona cara.

Ma Arpel non offre solo questo.

Si va dal packaging con la juta e corteccia alla possibilità di accostare al regalo un biglietto di auguri in coordinato con il brand dei negozi. Una serie di servizi che offrono un valore aggiunto al regalo, distinguendolo dall’anonimato, dalla massa. E così dagli oggetti Prima Classe, alla pelletteria Borbonese, passando per gli ombrellini, le Pinko bag, c’è solo l’imbarazzo della scelta, per tutte le scale di prezzo: scarpe, pelletteria, abbigliamento e accessori, per Uomo e per Donna.

Arpel si colloca su un piano di offerta che lo allinea alle grandi griffe di moda, dando il buono per la sostituzione del regalo, spendibile in ciascuno dei sei punti vendita.

Poi c’è il caso di chi vuole fare un regalo e non sa cosa regalare. Arpel ha pensato anche a questo. Avrete l’opportunità di acquistare un “assegno Arpel”, in tutto simile a un assegno bancario, un buono acquisto grazie a cui la vostra persona cara si potrà recare in un negozio Arpel e acquistare il regalo che più gli aggrada.

Natale è il periodo dell’anno in cui è tradizione regalare la pelletteria e da Arpel l’assortimento è in grado di interpretare i gusti più diversi, le esigenze più varie.

“Innanzitutto non bisogna mai perdere di vista chi sono i nostri clienti, cercando di soddisfare le loro esigenze con competenza e professionalità, offrendo vasti servizi pre e post vendita, un continuo riassortimento della merce e una varietà di marchi prestigiosi”, spiega Antonio Aggius Vella.

“In questo modo si riesce ad esercitare una forza trainante e a conquistare clientela anche al di fuori della  provincia, clienti che ci ripagano per l’impegno profuso con la loro fedeltà ai nostri punti vendita. In secondo luogo occorre ben organizzare l’azienda e definire con rigore l’obiettivo a cui tendere: fare impresa in maniera responsabile. Così dall’azienda a conduzione familiare si transita ad un’ottica differente e onnicomprensiva del fare impresa, nominando dei responsabili delle aree vendite e affidando loro le incombenze di carattere organizzativo e dirigenziale, in modo da far maturare autonomia e professionalità”.

Oggi Arpel conta sei punti vendita, due in via Archimede (Arpel Uomo e Arpel Donna), uno dentro il primo centro commerciale di Ragusa “Le Masserie”, uno a Pozzallo e uno a Messina, e l’ultimo, inaugurato a Vittoria in ottobre.

In tutti e sei i negozi è possibile scegliere il regalo di Natale, secondo il proprio gusto personale, secondo i principi di eleganza, classe, glamour.

Chi riceverà il vostro regalo ne conserverà la confezione e il biglietto degli auguri. Ricordando il pensiero di un gesto esclusivo, caro, sensibile, ed elegante.