Sanità

L'On. Ragusa: No a tagli indifferenziati in sanità

  “No a tagli indifferenziati, sì a modelli di gestione innovativi in grado di razionalizzare la spesa pubblica e migliorare l’efficienza dei servizi”. 

E’ in sintesi il pensiero dell’on. Orazio Ragusa rispetto al dibattito sulla sanità. Lo stesso ha affermato che la provincia iblea “è l’unica in Sicilia a poter essere definita virtuosa”. Rispetto alle altre realtà regionali, la nostra provincia è riuscita a contenere i costi della sanità. Se tagli vanno
realizzati, questi devono essere effettuati in quelle province dove gli sprechi sono evidenti.
“Ritengo” – ha aggiunto Orazio Ragusa – “che è necessario operare una razionalizzazione dei costi della sanità in Sicilia, perché non è più possibile che l'assistenza sanitaria incida per più del 50% sull’intero bilancio della Regione”, “gli sprechi, però, vanno ricercati dove questi vi sono veramente”.
Chi ha studiato bene i nostri bilanci sanitari sa che la Provincia iblea non ha bisogno di tagli, ma di maggiori attenzioni.
E’ giunto il tempo che da questa provincia parta una proposta unitaria, forte e condivisa.  Per raggiungere questo risultato è necessario che tutti, rappresentanti politici e sindacali, ci impegniamo a lavorare assieme.
“L’esperienza ci insegna che quando si parla di sanità, tutti i deputati e tutte le sigle sindacali possono dare un importante contributo e dunque non serve privilegiare l’interlocuzione solo con alcuni”.