Sanità Piano sanitario

Emergenza sanitaria, un documento del centrosinistra di Scicli

Le forze politiche dell'opposizione, sia quelle che hanno rappresentanza istituzionale sia quelle che ne sono prive, denunciano ancora una volta come le forze politiche di centrodestra che compongono l'attuale maggioranza consiliare e che sostengono l’Amministrazione Comunale, durante la discussione sulla problematica dei tagli di posti letto all'OSPEDALE BUSACCA, in occasione del Consiglio Comunale del 18 giugno, chiesto dall'opposizione, hanno manifestato tutta la loro impotenza ed inadeguatezza a difendere gli interessi dei cittadini di Scicli.

  I CONSIGLIERI DELLA MAGGIORANZA DI CENTRODESTRA HANNO ABBANDONATO L' AULA.............. EVIDENTEMENTE A LORO NON INTERESSA NULLA DEL FUTURO DELL’OSPEDALE DI SCICLI   A dimostrazione, qualora ce ne fosse ancora bisogno, della indifferenza e della superficialità del centrodestra e dell’Amministrazione Comunale rispetto ai veri bisogni della città e della insensibilità nei confronti di quelle tante persone che a vario titolo hanno bisogno dell'Ospedale Busacca e dei servizi che in esso vengono erogati.   Ed è per tale motivo che le forze politiche del centro sinistra e il comitato dell'opposizione intendono iniziare una esemplare azione di contrasto e di battaglia, volta a salvaguardare quella che da tempo inquieta tutta la cittadinanza di Scicli, cioè che l’OSPEDALE BUSACCA si avvicini sempre di più alla sua CHIUSURA.   Pertanto chiediamo: - che il Sindaco del Comune di Scicli si attivi, affinché il Presidente della Conferenza dei Sindaci convochi l'assemblea nel più breve tempo possibile e porti all'Ordine del giorno lo schema di un nuovo piano condiviso per il riordino della sanità iblea; - che a tale assemblea della Conferenza dei sindaci venga invitata la Deputazione Regionale iblea; - che il Governo Regionale ritiri la proposta presentata, che mira unicamente a smantellare il sistema dei servizi della sanità iblea.   Per tali motivi le forze politiche del centro sinistra e il comitato dell'opposizione, presenti dentro e fuori del Consiglio comunale di Scicli, auspicano che la battaglia contro lo smantellamento della sanità iblea, possa vedere unito tutto il territorio provinciale, affinché si possa giungere ad avere una nuova e riorganizzata Sanità, più efficiente, motivata, moderna, e sempre più a servizio del cittadino.                       Scicli, 22 giugno 2009 Giovanni Cannella (Sinistra e Libertà), Luigi Cicero (I Comunisti), Enzo Giannone (Città aperta), Fabio Rinzivillo (Partito Democratico), Franco Susino (Patto per Scicli), Rocco Verdirame (Progetto Scicli).