Cultura Berlusconi cantante in crociera

Paolo Villaggio: Quando con De Andrè cantavamo sulle navi, con Silvio

Il mestiere di intrattenitore

https://www.ragusanews.com//immagini_articoli/07-09-2009/paolo-villaggio-quando-andr-cantavamo-sulle-navi-silvio-500.jpg Berlusconi, De Andrè e Paolo Villaggio, in trio

Paolo Villaggio e Fabrizio De Andrè sono stati grandi amici: cresciuti fianco a fianco nella Genova degli anni '50/'60, insieme hanno composto Il fannullone e Carlo Martello, e mentre De Andrè pubblicava Storia di un impiegato (era il 1973), Villaggio dava vita a Fantozzi, l'impiegato simbolo degli impiegati (il libro è del 1971, il film del 1975).


«Fabrizio era meglio di quello che si racconta» ricorda Villaggio: «era vario, creativo, interessante. Una persona che amava molto la vita». Si ricorda l'ultima volta in cui vi siete visti? «Purtroppo sì, all'Ospedale San Raffaele di Milano, un paio di settimane prima che morisse. Era irriconoscibile. Io ero un po' imbarazzato e cercai di sorridergli. Ma lui mi disse: "Smonta quella faccia, so bene cosa mi sta per succedere: non ho paura della morte ma mi dispiace lasciare questa avventura meravigiosa che è la vita"».

Prima di diventare famosi, Villaggio e De Andrè fecero anche la comune esperienza come intrattenitori sulle navi da crociera. E insieme a loro, sulla stessa nave, c'era anche un altro italiano che qualche anno dopo sarebbe salito alla ribalta - o sceso in campo, che dir si voglia.


«La nave si chiamava Federico C, e io facevo l'entertainer» racconta Villaggio: «Fabrizio, invece, "rallegrava" la prima classe di vecchi cantando Quando la morte mi chiamerà... E ai piani inferiori c'era lui, un pianista pieno di capelli umani che cantava Come prima, più di prima ti amerò. Era Silvio Berlusconi».

Cosa ricorda di lui? «Non era un creativo, usava le barzellette per farsi accettare». E con le donne come andava? «Beh, io e Fabrizio eravamo dei disperati».

E Berlusconi? «Lui allora era molto timido». Un'affermazione che in questi tempi suona per lo meno inconcepibile: «oggi la pochezza della sinistra dice che lui è un puttaniere» conclude Villaggio (che sostiene spesso di essere schierato a sinistra del Partito Comunista Cinese), riferendosi alle vicende private del Premier: «ma i politici non dovrebbero intromettersi in questioni simili, lo dovrebbero fare solo i giornali specializzati».

 

https://www.ragusanews.com//immagini_banner/1655573534-3-fondazione-bufalino.gif

Nella foto, Paolo Villaggio e Fabrizio De Andrè, ai tempi in cui intrattanevano il pubblico delle navi da crociera insieme al collega Silvio Berlusconi

https://www.ragusanews.com//immagini_banner/1655816665-3-coop.gif

"Carlo Martello", canzone a quattro mani di Paolo Villaggio e Fabrizio De Andrè.

Alla luce dei fatti accaduti nei decenni successivi potrebbe essere dedicata ex post proprio a Berlusconi


© Riproduzione riservata