Scuola Scicli

Libertà di informazione. Al Cataudella

Scicli - L’istituto superiore Quintino Cataudella attore del dibattito della città. E’ il nuovo corso inaugurato dal preside Enzo Giannone, che ieri ha chiamato a confrontarsi sul tema dell’informazione della formazione giornalisti e operatori del mondo dell’informazione.

Marco Causarano, Il Giornale di Scicli, Franco Portelli, espeto di media, Bartolo Lorefice e Paolo Cirica, ScicliPress, Concetta Bonini, giornalista freelance, Salvatore Cannata, direttore di Video Regione, e Peppe Savà, La Sicilia e Sciclinews, insieme al prof. Filippo Spataro, docente di sociologia dei media all’Università di Catania, si sono confrontati sulle nuove frontiere: internet, l’anonimato che esso permette, la crisi dell’editoria e il peso degli inserzionisti pubblicitari.
Gli studenti hanno attivamente partecipato al dibattito con domande, esprimendo la loro opinione e talvolta la loro distanza rispetto a un mondo dei media autoreferenziale, fatto di giornali che si attaccano a vicenda.
Significativo al riguardo l’intervento di un giovane, che ha detto di trovare più notizie interessanti in un giornale sportivo piuttosto che in uno dei quotidiani più politicizzati del Paese.
Un faccia a faccia franco, animato da sincera tensione civile, che proietta l’istituto all’esterno come motore di dibattito e sede di riflessione che coinvolge gangli vitali della società.
 

https://www.ragusanews.com//immagini_banner/1531731979-3-despar.gif