Sanità Scicli

Busacca, le idee di Salvatore Calabrese e Maurizio Arrabito

Scicli - I sottoscritti ARRABITO Maurizio e CALABRESE Salvatore, Consiglieri Comunali area P.D.L. e i rappresentanti del P.D.L. di Scicli, con il presente documento intendono portare a conoscenza gli organi in indirizzo circa impressioni e proposte, in merito al futuro del Presidio Ospedaliero Busacca, formulate a questa parte Politica da una congrua parte della cittadinanza Sciclitana, opportunamente interpellata, e che ovviamente gli organi scriventi condividono.
Le recenti modifiche alla Sanità  prevedono, fra l’altro, la razionalizzazione dei posti letto. Questo implica il processo di deospedalizzazione realizzabile solo se i presidi sanitari sul territorio e i medici generici svolgono con efficacia la funzione di filtro rispetto alla struttura finale che è l’ospedale arrivando così ad un più appropriato utilizzo dei posti letto.
La riduzione dei posti letto dettata dal citato D.A. 1150/09 ha avviato il processo di razionalizzazione della sanità sul territorio; non un taglio indiscriminato dei reparti e addirittura presidi ospedalieri.

In questo contesto, qualcuno erroneamente pensa che gli ospedali con piccola dotazione di posti letto possano essere dismessi.

Ci sembra doveroso sottolineare che l’Ospedale Busacca , presidio ospedaliero con una grande storia, era già Ospedale quando qualche ospedale della provincia era facilmente assimilabile ad una grossa infermeria.

Forse  come Sciclitani  non siamo esenti da colpa, se consideriamo che negli ultimi decenni al fronte del crescere di altri presidi ospedalieri della provincia, ben poco abbiamo fatto per migliorare e rapportare la qualità delle prestazioni del nostro ospedale all’evolversi dei tempi.
Nel contesto della razionalizzazione, per l’ospedale di Scicli bisogna individuare nono solo un numero adeguato di posti letto per l’area medica e l’area chirurgica al fine di mantenere l’attività di ospedalizzazione per acuti, ma anche una contestuale struttura di riabilitazione che ben si adatta alle caratteristiche del nostro nosocomio, una R.S.A. , una struttura di assistenza per diversamente abili, che consentirebbero alla struttura ospedaliera di essere attiva e rispondente alle esigenze della comunità sciclitana e dell’intera provincia.

Tutto questo all’interno del polo ospedaliero MODICA-SCICLI, in modo da continuare a dare  al Busacca la dignità di presidio ospedaliero, dove si potrebbero allocare quei reparti quali: Ostetricia e Pediatria, Malattie della terza età, Oculistica e Medicina del Lavoro, che non necessitano del reparto di Rianimazione.

Nello stesso tempo potrebbero andare a Modica reparti come il(Servizio Psichiatrico Diagnosi e Cura) dove è già presente il ( Dipartimento Salute Mentale). Questo vuole sottolineare che non si chiedono doppioni, ma una logica ripartizione dei reparti.

Un’ultima riflessione va fatta sul pronto soccorso che non può essere una struttura fatiscente ma deve essere pensato come struttura capace di dare immediata risposta ai 25.000 residenti che diventano 75.000 nel periodo estivo i quali, in caso di soppressione di tale struttura , andrebbero inevitabilmente ad intasare quello di Modica che così non sarebbe più efficiente.
Quindi, quello che a Scicli serve è un Pronto Soccorso in grado di rispondere a domande di media gravità e altrettanto capace di indirizzare con immediatezza il paziente che ha bisogno di alta specialistica.

Infine ci pare doveroso fare un’appunto circa la base operativa del 118, perché non pensarla all’interno dell’ospedale in sinergia con l’attività di Pronto Soccorso?
Agli sciclitani diciamo con chiarezza che oggi è possibile fare si che l’ospedale di Scicli resti Ospedale anche per acuti, a condizione che noi sciclitani, con i nostri comportamenti, piuttosto che privilegiare la logica di chi tende all’accaparramento dei voti, prendiamo coscienza che tutti insieme, con proposte concrete, potremo non consentire ulteriori scippi di un pezzo della nostra storia.

Capo Gruppo Consiliare

Movimento 25Aprile-PDL

                                                                                                                  Maurizio ARRABITO
 
 
 
Capo Gruppo consiliare

                                                                                                                      Gruppo Misto

Salvatore CALABRESE  
 

Gruppo P.D.L. Scicli
 

 

https://www.ragusanews.com//immagini_banner/1523353389-3-cappello.gif