Sanità Vittoria

Gli ipertesi si curano senza farmaci

Vittoria - La notizia  arriva dal «Guzzardi» fa felici gli ipertesi. Un neurostimolatore dei barocettori carotidei abbassa e regolamenta la pressione arteriosa senza bisogno di assumere farmaci.

Un impianto costa 25 mila euro, roba da fare "alzare la pressione", ma riducendo il costo dei farmaci la sanità può andare in pareggio. Almeno questa è la prospettiva del primario di Chirurgia vascolare Edoardo Croce, autore dell'intervento chirurgico al «Guzzardi», assistito dal professore Manuel Perez del «Florida hospital cardiovascular institute» di Orlando, su un paziente accuratamente scelto dal primario della divisione di Cardiologia Vladimiro Lettica.
Un record, quanto successo ieri mattina. L'intervento chirurgico è il secondo nel mondo. Il primo è stato eseguito in America dal dottor Croce, il secondo a Vittoria, il primo nel vecchio continente. C'è aria di euforia nell'équipe chirurgica per aver portato la sanità iblea e, vittoriese in particolare, a livelli d'eccellenza impensabili.
L'intervento, eseguito alla divisione di Chirurgia vascolare, consiste nell'applicare al paziente un elettrostimolatore computerizzato che, stimolando dei particolari recettori situati alla base del collo, riesce a normalizzare la pressione sanguigna anche in pazienti che non rispondono alle cure farmacologiche. L'intervento, perfettamente riuscito, è durato un paio d'ore.

https://www.ragusanews.com//immagini_banner/1523353389-3-cappello.gif