Sanità Parla Giovanni Iacono

Liste d'attesa in ospedale, la protesta di Italia dei Valori

Stamani sit in davanti all'Asp

Ragusa - “Siamo soddisfatti per i primi passi formali che si stanno attuando a seguito della nostra azione di protesta civile” così, pone in premessa, il Coordinatore Provinciale di Italia dei Valori Giovanni Iacono che prosegue :” L’8 marzo 2010 la Commissione Parlamentare d’inchiesta sugli errori sanitari, su nostra segnalazione,  aveva già indirizzato una nota all’Assessore Regionale alla Sanità relativamente alle liste di attesa in provincia di Ragusa e non è escluso, già nei primi giorni della settimana prossima, un incontro della Commissione con il Dir.Generale dell’Asp alla presenza dell’Assessore Regionale Russo. Stamani malgrado l’orario mattutino e lavorativo diverse decine di persone hanno accolto l’invito di IdV ed hanno voluto presidiare la D.G. dell’ASP di Ragusa ed una delegazione è stata poi  ricevuta dal Direttore Sanitario Dr. Pasquale Granata. Al Direttore Sanitario abbiamo evidenziato diversi casi inaccettabili come l’eco prostata trans rettale programmata per la quale non vengono nemmeno assegnate le prenotazioni, dicitura :”non disponibili prenotazioni” o come l’eco addome a distanza di 12-15 mesi, o come l’ecocolordoppler Tsa codice D prescritto a febbraio e programmato per il 28.10.2010 ed abbiamo formulato alcune proposte. L’incontro è stato cordiale e proficuo e vi sono alcuni impegni chiari e precisi e riteniamo che, se attuati, saranno efficaci:

L’Asp provvederà ad assumere 1 Radiologo e 1 Tecnico;
l’Azienda cercherà di incentivare l’attività intramoenia per aumentare il numero di ore giornaliere da dedicare alle indagini diagnostiche (noi abbiamo chiesto fermamente un impegno continuo dalle 8 di mattina alle 20 di sera);
razionalizzazione degli Ecografi per equilibrare i maggiori e minori carichi di lavoro tra U.O.
Noi vigileremo affinchè gli impegni assunti vengano posti in essere ed auspichiamo che l’appuntamento mensile (codice D prestazione differita max 30 gg.) programmato per il  12 aprile 2010 di presidio e protesta civile che ovviamente intendiamo condurre con la stessa determinazione non trovi più ragione di attuazione a causa della cessazione della materia del contendere = rispetto dei tempi previsti dai codici di regolamentazione delle liste di attesa !”

Ragusa, 11 marzo 2010

                                                p. Il Coordinamento Provinciale
                                                       Giuseppe Rosetta                            

https://www.ragusanews.com//immagini_banner/1523353389-3-cappello.gif