Sanità Modica

Donati gli organi di Salvatore Caschetto

Colpito da emorraggia cerebrale

Modica - Nuovo prelievo di organi eseguito all’Ospedale Maggiore. Stavolta il donatore è un modicano, Salvatore Caschetto, 73 anni, i cui familiari hanno avuto il coraggio e la coscienza di consentire che alcune parti del loro congiunto continuassero a vivere altrove. L’uomo era ricoverato nella divisione di Rianimazione diretta dal dottor Giuseppe Di Guardo per un’emorragia cerebrale massiva. Dopo il consenso dei familiari, martedì mattina, alle 8, si è riunita la commissione per l’accertamento di morte encefalica presieduta dal dottor Santo Minardi che ha avviato tutte le pratiche diagnostiche affinchè venisse accertata la morte cerebrale. Tale procedura è terminata intorno alle 14 quando è stato decretato lo stato di morte encefalica per cui sono stati immediatamente presi i contratti con il Centro Regionale per i Trapianti di Palermo che ha messo in moto la macchina organizzativa per i prelievi di organi. Il collegio medico legale era composto dal Rianimatore Giuseppe Di Guardo, dal neurologo Francesco Arezzi, dal medico legale Giuseppe Bonomo, e per i rilievi elettroencefalografici Domenica Languanti. Le attività infermieristiche di supporto alla commissione per l’accertamento di morte encefalica sono state condotte dal coordinatore infermieristico per i trapianti, dottor Francesco Lucifora, dalla dottoressa Erina Leggio e dall’infermiera Rosanna Tizza. I contatti veicolari con il Centro Regionale Trapianti e l’Ismett di Palermo sono stati assicurati dalla Croce Rossa e dall’elicottero del 118 di Catania. Le operazioni di prelievo sono state conclude poco prima delle quattro di mercoledì. L’equipe chirurgica è stata inviata dall’Ismett di Palermo. Al donatore sono stati prelevati i due reni ed il fegato. Poco più di venti giorni fa al “Maggiore” di Modica erano stati i familiari dell’ispicese Giovannino Gregni, ex dipendente comunale a consentire il prelievo di reni e fegato, ed anche in quella circostanza il nosocomio di Via Aldo Moro si era fatto trovare preparato alla circostanza.

https://www.ragusanews.com//immagini_banner/1523353389-3-cappello.gif