Sanità Ospedali di Modica e Scicli

L'Asp affida a esterni il servizio di trasporto del sangue

E i costi lievitano

Modica - Come mai è stato affidato ad esterni dall’Asp di Ragusa il servizio di trasporto di sangue dall'ospedale Busacca, al “Maggiore” di Modica?

E’ un dubbio che si sta cercando di chiarire dopo che l’azienda sanitaria ha deciso di indire un appalto, affidando il servizio ad una società di Ragusa con una lievitazione dei costi non indifferente.

Certamente l’Asp avrà le sue motivazioni, ma all’impatto qualcosa non quadra in un momento in cui si sta cercando di “stringere la cinghia” per ridurre i costi, e si parla, oltremodo, di esubero di dipendenti.

E’ accaduto, infatti, che una società si è aggiudicata l’appalto anzidetto e, dunque, ogniqualvolta, fuori dagli orari canonici che svolge il laboratorio analisi del nosocomio sciclitano(8-14), c’è necessità di portare a Modica il sangue da analizzare, viene chiamata con costi che non sono certamente da sottovalutare.

Emerge che è stata stipulata una convenzione per quarantanove euro a trasporto oltre Iva, per cui ogni volta che la società privata viene interpellata per andare da Scicli a Modica, dove il laboratorio analisi assicura il servizio ventiquattro ore su ventiquattro, all’Asp cadono dalle tasche 49 euro.

Questo perchè si dovrebbe risparmiare sulla reperibilità di medici e tecnici del Busacca. Il servizio di Pronta Reperibilità per il personale dipendente costava all’azienda sanitaria circa 25 euro a chiamata.

I conti non è difficile farli.

https://www.ragusanews.com//immagini_banner/1518431048-3-peugeot.jpg

Una situazione che merita chiarimenti da parte dell’Asp. Appare evidente che il problema non è solo la reperibilita’ dei medici o dei tecnici, il vero problema e che non si riesce a fare quadrato su quello che si deve fare, anche perchè in effetti l’Ospedale di Scicli allo stato attuale non risulta per niente funzionale ed andrebbe riqualificato e pure in fretta.

La situazione, insomma, sembra recedere su ogni fronte.

L’Assessore Regionale alla Sanità, intanto, ha fornito delle linee guida sul personale e il rapporto ammalato-paziente è preoccupante poiché potrebbe aumenterà’ il rischio clinico e si potrebbe abbassare la qualità’ dell’assistenza. Sulla base di queste linee-guida, infatti, a Modica ci sarebbe un esubero di ben 60 infermieri e 30 medici e l’Asp si avvale di servizi esterni più costosi.