Scuola Scicli

E i bambini chiesero a Venticinque: E' sempre stato così alto?

Domande secche, senza appello

Scicli - “Quanto è difficile fare il sindaco di Scicli? Perché vogliono chiudere l'ospedale? E' sempre stato così alto in vita sua?”

Domande secche, senza appello. Sono quelle che i bambini dell'istituto comprensivo Elio Vittorini di Donnalucata, classe terza A dell'elementare, hanno posto stamani al primo cittadino di Scicli alla presenza del dirigente scolastico Maria Grazia Pipitone e della professoressa Vincenza Giannone.

I bambini avevano scritto una lettera, corredata di disegno, all'indirizzo del primo cittadino. Nel disegno i bambini hanno raffigurato il Municipio col cane mascotte Italo.

Stamani un serrato faccia a faccia tra gli studenti e il sindaco, cui i bambini non hanno esitato a dare del “tu”.

Tra le domande più curiose, quelle sulla pulizia della borgata, sui mezzi di fortuna usati da Giovanni Venticinque ragazzino per recarsi dalla casa di campagna in cui risiedeva con la sua famiglia (non esisteva lo scuolabus comunale!) a scuola, sul perché non ha una limousine come auto blu.

Nella spontaneità del dibattito, sono emersi i dubbi e i sogni dei bambini, che hanno la fortuna di studiare in una scuola molto ben organizzata, per merito del corpo docente e della dirigenza, e all'avanguardia. Grazie ai fondi europei l'Istituto Vittorini vanta sale multimediali, laboratorio di lingue, sala prove musica, che ne fanno un fiore all'occhiello in territorio provinciale.

La seconda puntata nei prossimi giorni in Municipio: “Vogliamo vedere dove lavora” hanno detto i bambini.

https://www.ragusanews.com//immagini_banner/1518431048-3-peugeot.jpg