Scuola Palermo

Presidi siciliani, il Cga impugna il decreto che fissava le prove

Concorso bloccato, il caso davanti alla Consulta

Palermo - Sarà con ogni probabilità la Corte Costituzionale a dire la parola fine sul discusso concorso dei presidi siciliani, tenutosi nel 2006 e annullato tre anni dopo dal Consiglio di Giustizia Amministrativa.

Il presidente del Cga, Riccardo Virgilio, con un decreto urgente depositato ieri, ha annullato il decreto del Ministro della Pubblica istruzione, Maria Stella Gelmini, per far ripetere il concorso bandito nel 2004, garantendo un paracadute ai 426 presidi sulla graticola da due anni. 

E' improbabile a questo punto che i presidi possano svolgere il compito fissato per il 31 gennaio. 

Il 2 febbraio il presidente Virgilio dovrà decidere se mandare all'Alta Corte la legge in questione per verificarne la legittimità costituzionale. 

https://www.ragusanews.com//immagini_banner/1531731979-3-despar.gif