Sanità Ospedale Busacca

Rivillito a Gilotta: perchè non mantieni gli impegni?

Le promesse dell'Asp

Scicli - Il 27 gennaio a Scicli c’è consiglio comunale e si parlerà, fra l’altro, di sanità. Il Presidente del Consiglio Comunale, Antonino Rivillito, ha ricevuto mandato dalla conferenza dei capigruppo consiliari, di verificare per quella data qual è lo stato di attuazione degli impegni presi dall’Asp di Ragusa.

Quali sono le promesse fatte dal manager Ettore Gilotta? “Il raddoppio dei posti letto di dialisi (da 4 a 8) con ammodernamento dei macchinari –ricorda Rivillito-, i nuovi locali per la farmacia, la piscina coperta destinata alla Riabilitazione, il Centro di Riabilitazione Polifunzionale, l’istituzione del Pronto Soccorso, sostituito dal PTE, l’ambulanza medicalizzata, un sistema di video sorveglianza interno al nosocomio, l’attivazione della Tac”.

Per tali ragioni “ho chiesto al Manager dell'Asp di Ragusa di voler predisporre e trasmettere, compatibilmente con i propri impegni, entro giovedì 27 gennaio, data di convocazione del Consiglio Comunale, una relazione dettagliata sull'attivazione dei servizi e quelli da attivare, secondo quanto previsto dal Decreto Assessoriale per l'Ospedale Busacca di Scicli”, afferma il presidente del consiglio.

E’ di questi giorni una comunicazione dell’azienda sanitaria in cui si afferma che “è stato inviato un altro tecnico a Scicli, capace di utilizzate l’apparecchio Tac, in attesa dell’assunzione a tempo indeterminato di nove unità tecniche e dell’assestamento dei Radiologi secondo la pianta organica già approvata dalla Regione Siciliana che risolverà in modo definitivo ogni problema inerente in funzionamento dei servizi di Radiologia”.

La circostanza paradossale che si era registrata infatti negli scorsi mesi registrava la presenza della tac in ospedale, ma l’assenza di tecnici in grado di farla funzionare. E al proposito l’on. Orazio Ragusa aveva presentato un’interpellanza al riguardo all’indirizzo dell’assessore alla sanità Massimo Russo.

Restano sul tavolo il trasferimento del Pronto soccorso in via Tagliamento, lo stato di insicurezza in cui l’ospedale versa di notte, in assenza di un sistema di videosorveglianza, il raddoppio dei posti letto riservati alla dialisi. Questioni affrontate dal sindaco Venticinque e dal presidente Rivillito in ottobre e oggi in buona misura disattese dall’Asp di Ragusa. Si attende a questo punto una pronta replica del manager Ettore Gilotta.

https://www.ragusanews.com//immagini_banner/1523353389-3-cappello.gif