Scuola Pozzallo

Il Nautico di Pozzallo non avrà una scuola concorrente a Pachino

Allarme rientrato

Pozzallo - Risolto il problema del Nautico di Pozzallo e della concorrenzialità del nuovo Nautico autorizzato a Pachino, grazie al deciso intervento del presidente della Regione Raffaele Lombardo, che è immediatamente intervenuto presso l’Assessore Centorrino, il quale, in occasione della sua presenza a Modica, ha ricevuto una delegazione composta dal sindaco Sulsenti, dal vicesindaco Sigona, dal preside del Nautico prof. Amore e dal vicepreside prof. Lubello.
All’incontro presenti anche l’on. Riccardo Minardo ed i provveditori agli Studi di Ragusa e Siracusa, Dinolfo e Italia, quest’ultimo anche nella veste di direttore regionale della scuola siciliana. L’assessore Centorrino ha preso atto delle legittime lamentele di Pozzallo in relazione alla nascita di un istituto scolastico concorrenziale autorizzato a pochi kilometri dal Nautico pozzallese ed ha garantito che i due corsi attualmente autorizzati a Pozzallo (macchinisti e coperta) non saranno replicati in scuole viciniorie alle quali sarà data autorizzazione per i restanti corsi non presenti al Nautico di Pozzallo. Soddisfazione al temine dell’incontro hanno dimostrato sia il dirigente del Nautico che gli amministratori di Pozzallo che hanno scongiurato il declino del Nautico ed ulteriori conseguenze negative per la marineria pozzallese. Anche il Direttore Generale Italia ha concordato sulla necessità di ampliare l’offerta formativa del territorio e non di creare concorrenzialità che danneggerebbe tutte le scuole interessate. Per il Sindaco di Pozzallo “si è trattato di una legittima protesta e di una soluzione ragionevole che tiene nel dovuto conto le aspirazioni del Nautico e la voglia di lavoro dei marittimi pozzallesi. L’intervento del Presidente Lombardo presso Centorrino è stato certamente decisivo”.

https://www.ragusanews.com//immagini_banner/1536936071-3-despar.gif