Giudiziaria Vittoria

Omicidio Licitra, Scribano non imputabile?

E' stata depositata la perizia

Vittoria - Si è svolto davanti al Giudice per le Indagini Preliminari di Ragusa, Giovanni Giampiccolo, l'incidente probatorio chiesto dai difensori di Francesco Scribano, l'avvocato comisano reo confesso dell'omicidio di Giuseppe Licitra, lo speaker radiofonico di 44 anni assassinato nel dicembre scorso. I difensori Santino Garufi e Valerio Palumbo, infatti, già nel dicembre scorso avevano chiesto ed ottenuto lo svolgimento dell'incidente probatorio basato sulla perizia psichiatrica. Il Giudice aveva quindi incaricato il dottor Salvatore Bruno.
E' stata depositata la perizia ed il medico è stato chiamato a sviluppare un'esposizione orale delle sue valutazioni. Bruno ha confermato lo stato di anormalità che avrebbe portato Scribano ad uccidere Licitra, ma ha sottolineato che resta da valutare se questo stato possa comportare una diminuzione del grado di imputabilità. In caso di vizio di mente totale o parziale, infatti, l'imputato potrebbe essere giudicato non imputabile, cioè non perseguibile. Il tutto è stato ora rinviato al sei luglio prossimo, quando saranno valutate anche le conclusioni dei periti che verranno nominati da accusa e difesa.
Su questo punto, quindi, si baserà l'intero dibattimento. La colpevolezza di Scribano, infatti, non è in discussione, visto che lo stesso è stato arrestato dopo che, interrogato dal Pm, Monica Monego poche ore dopo l'omicidio, ha ammesso di aver ucciso Licitra perché pressato dalle richieste forti e continue dello speaker radiofonico vittoriese, tanto da temere per la sua vita e quella dei suoi familiari.
L'avvocato, infatti, era il legale di Licitra nella causa di separazione dalla moglie. Secondo quanto ricostruito dai Carabinieri della Compagnia di Vittoria, Scribano e Licitra si sarebbero incontrati nella tarda mattinata del 14 dicembre vicino al mercato ortofrutticolo.

https://www.ragusanews.com//immagini_banner/1536936071-3-despar.gif