Giudiziaria Scicli

Esposti anonimi, Venticinque: E' diffamazione, e calunnia

Incarico all'avv. Giorgio Terranova, del Foro di Catania

Modica - Presentata, ieri mattina, presso la cancelleria della Procura della Repubblica di Modica la denuncia-querela nei confronti degli ignoti autori di un documento fatto pervenire agli organi di informazione lo scorso 28 febbraio a firma dell’Associazione Famiglie con Disagio Economico (A.F.D.E.). E’ stato il sindaco Giovanni Venticinque in persona a raggiungere la sede della Procura modicana accompagnato dal legale Giorgio Terranova, del Foro di Catania, fresco di nomina dopo la rinuncia dell’avvocato Alessandro Agnello precedentemente nominato dal primo cittadino. Calunnia e diffamazione a mezzo stampa: questi i due reati per i quali il primo cittadino chiede che venga fatta piena luce sugli autori (destinatari della denuncia-querela anche due organi di informazione) del documento inviato, quel 28 febbraio, non solo allo stesso ma anche al presidente del Consiglio comunale, Antonino Rivillito, all’assessore ai servizi sociali Pietro Sparacino, al dirigente del settore Elio Tasca, ai capigruppo consiliari ed al Consiglio comunale. Nel documento si faceva riferimento ad un presunto utilizzo poco chiaro dei fondi destinati al settore dei servizi sociali che avrebbe coinvolto persone vicine al primo cittadino. Venticinque ha presentato la denuncia-querela sia come sindaco della città che come singolo cittadino; lo stesso atto è stato presentato dal caposettore servizi sociali, Elio Tasca e dalle due persone vicine al sindaco della città. Sarà, ora, la Procura della Repubblica di Modica a chiarire ogni cosa.