Giudiziaria Modica

Modica, le case abusive, alla Sorda

In via Resistenza Partigiana

Modica - In accoglimento della richiesta del Sostituto Procuratore della Repubblica, Gaetano Scollo, il Gip del Tribunale di Modica, Sandra Levanti, ha convalidato il sequestro preventivo di polizia giudiziaria eseguito dal Nucleo Operativo di Polizia Edilizia, di un immobile dove erano in corso lavori edili in difformità con la concessione edilizia. Il Nucleo specializzato della polizia municipale di Modica ha posto i sigilli in una struttura di Via Resistenza Partigiana e ha denunciato a piede libero il proprietario, il rappresentante legale dell’impresa che stava eseguendo le opere abusive, il direttore dei lavori per opere strutturali e il direttore dei lavori nonché tecnico-progettista.
Nel corso dei controlli del territorio mirati a prevenire e reprimere opere difformi delle concessioni ottenuti dal Comune, il Nope, diretto dal tenente Egidio Santaera, e composto dai colleghi Salvatore Muriana Triberio e Giuseppe Gintoli, ha accertato che il fabbricato in questione, a più piani e in cemento armato era difforme al progetto perchè era in corso d’opera l’ampliamento del piano cantinato ed è stato riscontrato che la quota del piano terra era superiore a quanto stabilito nello strumento tecnico. A seguito di ciò si è proceduto al sequestro preventivo e alla denuncia dei quattro soggetti interessati cosicchè il fascicolo è stato inviato alla Procura della Repubblica che, esaminati gli atti prodotti ha ritenuto chiederne la convalida al Gip che è puntualmente arrivata

https://www.ragusanews.com//immagini_banner/1526885848-3-antonio-ruta.png