Giudiziaria Ragusa

Malasanità, morte di Nunzio Zago, 9 medici indagati

4 morti sospette, 40 avvisi di garanzia in totale

Ragusa - Nove avvisi di garanzia nei confronti del primario di cardiologia del “Maria Paternò Arezzo”, sette medici del reparto e del rianimatore sono stati notificati a seguito della morte di Nunzio Zago, il comisano 62enne funzionario della Corte dei Conti, morto il giorno di Ferragosto. L’uomo era stato portato al Pronto soccorso dell’ospedale Civile di Ragusa con i sintomi di un infarto, quindi era stato trasferito al Maria Paternò Arezzo di Ragusa Ibla dove i medici avrebbero dovuto provvedere con un’angioplastica, ma non ci sarebbe stato il tempo. I familiari avevano sporto denuncia. Nella giornata di oggi si avrà il conferimento dell’incarico per l’autopsia disposta dal sostituto procuratore Serena Menicucci che potrebbe essere effettuata nella stessa serata di oggi o al massimo nella giornata di domani. Intanto è stata effettuata dal medico legale Francesco Coco di Siracusa l’autopsia sul corpo di Orazio Giunta, il bancario ragusano che ha perso la vita venerdì scorso nel reparto di Medicina dell’ospedale Civile di Ragusa. Dai risultati dell’esame autoptico, disposto dal sostituto procuratore della repubblica Claudia Maone, gli inquirenti potranno avere un quadro più chiaro sulle cause (e di conseguenza sulle eventuali responsabilità) che hanno determinato il decesso dell’uomo che era stato ricoverato per una pancreatite e che poche ore prima di essere dimesso era peggiorato inspiegabilmente. Intanto, come si sa, otto medici del reparto sono stati iscritti dalla Procura nel registro degli indagati.

In totale, sono una quarantina i medici "avvisati" per i quattro casi di presunta malasanità verificatisi nel ragusano in due settimane. 

https://www.ragusanews.com//immagini_banner/1534503216-3-despar.gif