Sanità Scicli

Cardiologia al Busacca, l'Asp: ecco la causa dei disagi

Problemi solo temporanei

Scicli - Il disagio, recentemente registrato all’ospedale di Scicli per le prestazioni cardiologiche, è da ricondurre a fattori temporanei parzialmente in via di risoluzione.

Lo fanno rilevare dall’Asp Ragusa e fa un elenco dei problemi emersi:
- l’accumularsi delle ferie estive, diritto inalienabile degli operatori, ha reso necessario chiudere alcune attività cardiologiche ambulatoriali e di elezione presso l’ospedale di Modica e rallentare l’attività presso il presidio di Scicli, dove tuttavia è stato possibile garantire il servizio diagnostico mediante trasmissione telematica a Modica.
- la riduzione fisiologica del personale si è resa critica per la concomitante assenza, dovuta a problemi di salute, di due cardiologi dell’U.O. modicana: ciò che ha reso indispensabile che lo stesso Direttore dell’U.O. medesima, Vincenzo Spadola, si recasse personalmente presso l’ambulatorio sciclitano per sopperire alla carenza di personale e garantire un minimo di assistenza .
- contestualmente, la Direzione Aziendale ha disposto – già dalla metà di agosto – l’assunzione di un cardiologo per tre ore giornaliere, da destinare all’ambulatorio sciclitano. Purtroppo la graduatoria a disposizione dell’Azienda era formata da un solo medico, risultato poi non compatibile perchè in rapporto di dipendenza part-time con una struttura privata.
- benché sia prossimo il rientro dalle ferie estive del personale in forza alla cardiologia modicana e tuttavia si prolunga l’ assenza per malattia dei due medici, la Direzione dell’ASP intende assegnare, con procedura di urgenza, un incarico part-time a cardiologo disponibile per l’attività dell’ambulatorio presso il “Busacca”.
La Direzione esprime al responsabile dell’U.O. di Cardiologia di Modica dr. Spadola e agli operatori tutti della stessa il suo apprezzamento per gli sforzi compiuti al fine di mantenere un livello sufficiente di qualità e di quantità del servizio cardiologico presso gli ambulatori di Modica e Scicli, in un momento critico segnato da una particolare congiuntura delle risorse disponibili.

https://www.ragusanews.com//immagini_banner/1531731979-3-despar.gif