Sport Ragusa

Sei corridori iblei alla 100 km del Senegal


Warning: Division by zero in /web/htdocs/www.ragusanews.com/home/site_new/admin/libs/functions.php on line 645
Cento chilometri in quattro prove tra cui la più lunga sarà una maratona di quarantadue chilometri

Ragusa - Inizia l’avventura. Con una gara a tappe che ricalca nella parte sportiva la collaudata formula utilizzata nella 100 km del Sahara e della 100 km “of Namib Desert”.

E’ la “100 km du Senegal” che vedrà ai nastri di partenza anche una pattuglia di sei atleti iblei sotto le insegne del team “Ragusa Eventi”. Già dallo scorso mese di luglio, il capitano Batù Russo assieme a Carmelo Spata, Livio Intorrella, Rina Brugaletta, Antonio Zisa e Maurizio Digiacomo si allenano con grande intensità per presentarsi al massimo della forma al via di una gara estrema con la partecipazione di sportivi provenienti da ogni parte del mondo.

Cento chilometri in quattro prove tra cui la più lunga sarà una maratona di quarantadue chilometri. La prima tappa di 13 km sarà ambientata tra le dune di sabbia di Lompoul compreso un breve tratto sull’immenso bagnasciuga della spiaggia atlantica. La seconda tappa di 24 km sarà corsa su strade sterrate all’interno del Parco del Djoudj circondate da migliaia di uccelli migratori che arrivano proprio in questo periodo per svernare in Africa. La terza tappa è la maratona di 42 km (Marathon d’Afrique) da correre interamente nella savana tra acacie e baobab nell’area di Rauf distante venti chilometri da Saint Louis. Una emozione unica l’attraversamento di alcuni villaggi di capanne in paglia e fango, animati dai numerosi bambini che li abitano assieme alle loro famiglie. Ultima tappa di 21 km sulle rive del Lago Rosa, un finale ereditato dalla mitica Parigi-Dakar che ha sempre concluso la sua galoppata africana lungo questi percorsi. A curare la preparazione atletica lo specialista Massimo Canzonieri mentre l’integrazione alimentare è stata affidata a Luca Guccione. “Ci stiamo preparando consapevoli delle difficoltà a cui andremo incontro – dice Russo – anche perché le prove sono caratterizzate da fondi differenti. Dalla sabbia sulle dune di Lompoul agli sterrati duri e compatti della seconda prova, dalla sabbia rossa e sottile della maratona, con andamento altimetrico, al percorso su fondo buono e regolare dell’ultima prova”. Dal 28 ottobre al 5 novembre, il team ragusano avrà l’opportunità di cimentarsi con una serie di prove uniche nel loro genere. Anche per questo motivo, il sostegno fornito da alcuni partner è risultato fondamentale per organizzare la trasferta in Africa nel modo più opportuno: Samcementi, Ekso, Confim, Orthotek, Giron Viaggi, Hering, Nuova Avir, Esagono ceramiche, La Sfoglia d’oro, Samer sport, Avis, Basaki, Farmana ProQuick, Freetime, Latterie riunite, Melcart, Medical supporti, Muccio salotti, Goam gioielleria, Gistel Plast hanno creduto nel progetto sportivo che “Ragusa eventi” intende portare avanti. “Sono gli ultimi giorni di preparazione – aggiunge Carmelo Spata – in cui cerchiamo di proseguire al massimo delle nostre potenzialità tutti i percorsi di avvicinamento alle fasi cruciali di questo grande evento sportivo. Abbiamo già partecipato alla 100 km del Sahara con lusinghieri risultati. Abbiamo ottenuto il primo posto come squadra, piazzando quattro atleti nei primi venti assoluti per non parlare del capitano Russo classificatosi nono assoluto. Speriamo di confermarci anche in Senegal”.

https://www.ragusanews.com//immagini_banner/1523353389-3-cappello.gif