Giudiziaria Scicli

Omicidio Rosetta Trovato, si indaga sul computer di Massimo La Terra

Le impronte su Facebook

Modica - Incidente probatorio venerdì pomeriggio presso la Procura della Repubblica di Modica riguardante l’omicidio della trentottenne sciclitanaRosetta Trovato, avvenuto lo scorso 14 gennaio nella sua abitazione di Via Simeto e per il quale è stato arrestato il marito, Massimo La Terra, 41 anni, rinchiuso nel carcere di Piazza Gesù a Modica Alta.

La magistratura inquirente ha nominato un consulente tecnico d’ufficio, Francesco Boscarino, per eseguire un accertamento ripetibile sul computer che è stato sequestrato all’indagato.

Si tratta di un pc da tavolo che potrebbe contenere elementi utili all’inchiesta considerato che l’uomo aveva un proprio profilo sul social network Facebook dove aveva più volte scritto della sua condizione familiare e della sua situazione passionale(il rapporto extraconiugale con la rumena Nina).

Il perito della Procura, alla presenza del perito di parte, l’avvocato Stefania Muriana nominata dai difensori del La Terra, gli avvocati Raffaele Rossino e Franco Drago, si è proceduto all’attivazione del computer con il conseguente trasferimento di tutti i dati contenuti nell’hard disk, ovvero il dispositivo di memoria di massa, col fine di non “perdere”, malauguratamente, nulla.

Frattanto per giovedì due febbraio è stata fissata l’udienza davanti al Tribunale del Riesame di Catania per trattare il ricorso presentato dai difensori di fiducia dello sciclitano, per i quali c’è l’insussistenza dei presupposti di carcerazione poichè non ci sarebbero gli indizi di colpevolezza e perché ritengono l’interessato estraneo ai fatti, come lo stesso aveva sottolineato durante l’interrogatorio di garanzia davanti al Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Modica.

Quando i soccorsi, chiamati da una vicina, arrivato nell’immobile di Via Simeto, al Quartiere Stradanuova, la donna presentava evidenti segnali di strangolamento sul collo. I rapporti tra la coppia erano tesi. Basta spulciare sul profilo Facebook dell’uomo. Il 31 dicembre aveva scritto: “Ho cominciato una nuova storia d’amore e spero che duri per tutta la vita perche sono stanco di avere delusioni”. E tre giorni prima: “Sto cercando una casa in affitto per me con poco. Chi lo sa me lo faccia sapere, grazie". 

 

https://www.ragusanews.com//immagini_banner/1543747182-3-nifosi.jpg