Sport Scicli

Scicli, quarta giornata dei giovani, memorial Dario Campo

Una gara podistica

Scicli - Si è conclusa in maniera decisamente piacevole ieri sera  la  4° GIORNATA dei GIOVANI – Memorial Dario CAMPO,  con lo spettacolo  di musica, canto e danza, in piazza  Busacca.

Uno spettacolo geniale con qualche tocco di classe,  tutto sciclitano, a partire dalla  impareggiabile coppia di presentatori, agli allievi delle prestigiose SCUOLE  di danza, ai due più noti gruppi di rock e ai  “Piccoli“ dell’Accademia della Musica.

Persino il tempo  sembrava  volesse dare una mano, avendo regalato, dopo tanta pioggia e pessime condizioni climatiche, una splendida  giornata di sole.

Tutta la manifestazione, iniziata, perciò,  sotto i migliori auspici è andata avanti in maniera sobria e delicata, alternando momenti culturali ed altri  maggiormente suggestivi ed emozionanti.

Il papà di Dario, a conclusione della manifestazione, ringraziando il pubblico e raccontando alcuni episodi legati alla sua dolorosa vicenda ,  ha detto che    gli sembrava   che  la parola giusta  per  rappresentare i  vari momenti  della giornata  fosse     quella di “INFINITO”; “ Infinito, come il valore del patrimonio artistico che la città offre;  …  come  la ricchezza  delle potenzialità dei   nostri GIOVANI;   … ed anche,  come il dolore  di tante Madri  che piangono figli che sono andati via troppo presto”.

Lo sbigottimento ed il dolore sono apparsi  in maniera davvero  visibile  durante la visita alla Mostra “Non più Croci sull’asfalto” –  le storie che non vorremmo mai raccontare”,  alla vista   di tutte quelle  Croci, simboli del dolore, allineate  lungo la piazza Italia

Il rappresentate  dell’Associazione Nazionale “Vittime della strada,  Sig. Lisa   ha spiegato  che ogni anno , secondo i dati recentemente diffusi a causa degli incidenti mortali è come se scomparisse un intero paese di 5.000 abitanti.  Un richiamo veramente forte  anche verso  le  Istituzioni visto che la maggior parte di essi sarebbero provocati dall’inefficienza delle infrastrutture.

https://www.ragusanews.com//immagini_banner/1519199614-3-pura-follia.jpg

Seguendo il programma della manifestazione,  si è iniziato  al mattino  con la PASSEGGIATA  al Centro storico di Scicli,  organizzata in collaborazione con le scuole.

Vi era un  bel numero di persone , tra cui si notavano   parecchi docenti degli Istituti scolastici, specialmente dei  Q. Cataudella  e  di  Don  Milani e tanti alunni.

La comitiva di oltre una ottantina di persone era accompagnata  da  Esplora-ambiente, un fiore all’occhiello della ricerca ambientale   a Scicli ed   nell’intera Provincia.

Erano presenti  i vertici dell’Associazione; abbiamo notato il Presidente , il Vice presidente  ed altri  componenti tra cui il Geologo dell’Associazione dr Zaccaria.  Ed insieme a loro  il  dr Pisani, attento conoscitore delle vicende Sciclitane,  che  con  due bravi studenti  neo diplomati:  Elena   Vaccaro e Angelo  Augugliaro, ha fatto da guida.- 

Nelle quattro soste previste,  le spiegazioni  proposte dalla Guida e  da Esplora ambiente  hanno fatto  emergere particolari  a volte  poco conosciuti,  per esempio,  sulle Miniere di Scicli ora dismesse, sulle Edicole   d’arte sacra esistenti al centro storico di Scicli, sulle caratteristiche di costruzione di alcuni palazzi.

Il dott. Pisani in particolare  ha  parlato delle vicende  relative alla ricostruzione della Città dopo il terremoto e dello sventramento ,  a volte improvvido,  operato  per far  posto alla via Mazzini e alla via  Nazionale ( la nuova “mastranza”),  mentre i due studenti davano lettura di alcuni gustosi episodi  su tali vicende.

La parte centrale del  Memorial  Dario Campo  è stata impegnata dalle GARE PODISTICHE,   organizzate  e condotte  dalle Associazioni  PEPPE GRECO  e ATLETICA LIBERTAS , che con la nota  abilità e sensibilità  hanno preso in mano le gare  conducendole da par loro.

Erano riservate esclusivamente ai Giovani e precisamente alle seguenti quattro categorie, maschili e femminili.: esordienti; cadetti, ragazzi, allievi.  

Il percorso, interessante e con qualche difficoltà per l’inserimento di qualche salita, era di 500 mt. Da ripetere tante volte a seconda dalle categorie fino ad arrivare a 5.000 mt per gli allievi.

Tutte le gare sono state abbastanza partecipate. In totale vie erano poco meno di settanta  concorrenti, tanto che ci sono volute due ore per la loro conclusione.

 Le gare hanno attirato tanto pubblico di specialisti  ma anche  di curiosi e di amatori.  Attorno ad esse  si è  venuto a creare  perciò  un bel movimento di  persone e di tifosi che hanno alla fine accentuato la passione e l’interesse.

I risultati  sono  stati pubblicati a parte; ma  ne vanno sottolineati almeno due: Cadetti ed Allievi, che hanno corso con tempi giudicati rilevanti.

Alla premiazione per i primi tre arrivati  di ogni categoria si è accompagnato anche la consegna  di un bel trofeo offerto con il solito  modo di generosità e  di passione da Gianni VOI , costruttore del  Memorial PEPPE GRECO.

Era presente nei momenti più suggestivi della gara  l’Assessore  Provinciale  alla viabilità, Salvatore Minardi, che ha voluto onorare, come ha detto, il ricordo del Giovane Dario e con Lui di tutte le vittime della  strada.

Le gare hanno visto pure la presenza  del Presidente della FIDAL,  DR. Adolfo  PADUA,  ed il  Presidente di VESPA CLUB RAGUSA, nonché  Delegato regionale della FMI per la sicurezza sulla strada, Franco Bucchieri. TUTTI  hanno espresso parole di commossa partecipazione allo sforzo dei genitori di Dario  sulla questione dei GIOVANI e del  loro futuro.

Infine lo spettacolo serale interamente ideato e condotto dai giovani studenti Sciclitani e presentato con una garbata ironia dall’impareggiabile  “DUO   Gianni  Padua   e Leandro Conti”.

Ha dato il via  il giovanissimo  Giusppe  Blanco,  al pianoforte, con  due mezzi magnifici  pieni di ritmo e di sonorità, suonati con  passione ed anche con un pizzico di  piacevole virtuosismo.

I Piccoli dell’Accademia della Musica hanno fatto un figurone, non  dissimile – così si sussurrava   intorno- da quello dei bambini di “Ti lascio una canzone” .  Ben preparati e consapevoli hanno cantato tutti con convinzione e senza un attimo di esitazione. Hanno avuto applausi a scena aperta più volte.

Relativamente alla danza hanno partecipato:  gli  Allievi dell’Atelier della danza di Sonia  Occhipinti,  con due esibizioni,  una più bella dell’altra; raffinate d eleganti  le danzatrici,  pur impegnate in coreografie non sempre facili.

Si sono succedute dopo, le ragazze dell’ASD  SPECISL TOUCH di Federica  RE,  accompagnate da Federica Bongiardina.

 Oltre alla evidente  bravura hanno messo in evidenza strepitosa dinamicità e passione. Abbiamo ammirato anche la stessa Federica RE, che si è voluta esibire  in un passo double  di gran suggestione con il suo Partner.

Infine le ragazze della “PIRAMIDE”,  ammiratissime, hanno dato spettacolo in tutto: per i vestiti, il modo singolare di muoversi  sul palco,  la bellezza delle musiche.

Hanno chiuso i due complessi rock  notissimi a Scicli ed anche in Provincia : MAD QURTET  e  i Black MAMBA, ambedue  formati da giovanissimi  studenti che lodevolmente insieme allo studio coltivano questa bella passione.

A conclusione il papà di Dario, con poche parole  e visibilmente emozionato per la tanta solidarietà espressa ha ringraziato tutti , consegnando ai   vari gruppi un targa ricordo .

Ed in primo luogo ha ricordato  Gli  Istituti Scolastici   che hanno aderito  e tutti quelli che  hanno collaborato, assumendo il coordinamento delle varie fasi.   In particolare:  VESPA CLUB RAGUSA,  PEPPE GRECO E ATLETICA LIBERTAS , che hanno dato contributi indispensabili. 

Ha voluto   ricordare il contributo della  Provincia regionale di Ragusa , in particolare l’Assessore alla viabilità Salvatore MINARDI , che sostiene da anni la manifestazione e l’Assessore allo  sport ed alle politiche giovani;

ll Comune di Scicli che ha dato l’autorizzazione ad usare il logo ed i cui funzionari a qualsiasi livello  hanno agevolato  il disbrigo degli adempimenti;  I n particolare la polizia municipale  ed il  Comando dei CARABINIERI.

Ed ancor Esplorambiente,  Il dr Pisani e i due neo diplomati che simpaticamente hanno  dato un tocco nuovo  nel   raccontare  i luoghi  della nostra SCICLI.