Sport Ciclismo

I risultati della Granfondo Monti Iblei

A salire sul gradino più basso del podio Carmelo Di Pasquale

Ragusa - Terzo e quarto posto nella classifica degli assoluti. E’ il bottino che la Cicli Massari Ragusa Frw ha portato a casa al termine della seconda edizione della “Granfondo Monti Iblei” che si è corsa ieri su un tracciato molto competitivo e con una buona partecipazione di atleti.

A salire sul gradino più basso del podio Carmelo Di Pasquale che, a fronte di un parterre di concorrenti di tutto rispetto, ha confermato di essere in grandissima forma. Di Pasquale, primo della categoria Cadetti, è stato uno dei protagonisti della fuga iniziale che ha coinvolto altri tre ciclisti. Di Pasquale è riuscito a mantenere il passo della concorrenza sino alle battute conclusive quando è venuto fuori il maggiore valore agonistico dei primi due classificati. Il quarto posto, invece, è andato a Maurizio Spadaro che si è piazzato secondo nella categoria Senior. “I nostri ragazzi, ancora una volta – afferma il presidente del sodalizio ragusano, Franco Masari – si sono distinti lottando, senza esclusione di colpi, per ottenere una posizione di rilievo nella classifica degli assoluti. Il terzo e il quarto posto si possono considerare assolutamente di prestigio se si considera che a tagliare il traguardo, al vertice, è stato un ex professionista. Per noi, dunque, un risultato di grande valore che conferma la bontà del lavoro svolto nel solco dei risultati ottenuti dall’inizio della stagione ad ora”. A Noto, invece, per la quinta edizione della “Granfondo del Val di Noto” riservata alle mountain bike, gara valida come terza prova del campionato interregionale 2012, Maurizio Mezzasalma si conferma molto competitivo e, su un lotto di 250 partecipanti, arriva all’ottavo posto assoluto, quarto nella categoria Veterani. Tredicesimo assoluto, e sesto nella categoria Gentlemen, Sandro Licitra. Anche per quest’ultimo, dunque, una buona affermazione. Classificati entro i primi cinquanta, inoltre, Renato Massari e Fabrizio Algieri. Molto suggestivo il tracciato che ha consentito ai bikers di ammirare luoghi unici dello scenario paesaggistico locale, tra cui la Valle del Durbo e i ruderi dell’antica Noto. “E’ stata una buona prova – dice Mezzasalma – sono soddisfatto del mio risultato. Per come si sono messe le cose non avrei potuto fare di più. Tutto il resto della squadra si è espressa su livelli assolutamente soddisfacenti”.

https://www.ragusanews.com//immagini_banner/1534503216-3-despar.gif