Sanità Scicli

Il laboratorio analisi del Busacca diventa punto di mero prelievo

Denuncia delle Acli

Scicli - "L’associazione Cristiana Lavoratori Italiani, sede di Scicli (ACLI), non può sottacere la propria preoccupazione ed il proprio sgomento dinanzi all’ennesimo provvedimento di depotenziamento dell’Ospedale Busacca di Scicli" A scrivere è Bartolo Donzella, delle Acli di Scicli. Come interpretare, altrimenti, il recente declassamento del Laboratorio Analisi di Scicli a “mero punto di prelievo”, se non come un ulteriore segnale della volontà di smantellare definitivamente il presidio sanitario sciclitano in contrasto con quanto stabilito dalla recente riforma sanitaria varata dall’ Assessore Regionale alla Sanità, Massimo Russo che – tra i cinque nosocomi sui quali indirizzare l’offerta sanitaria della provincia di Ragusa – prevede appunto anche l’Ospedale Busacca di Scicli? Tale ultimo provvedimento, infatti, indebolisce anzitutto il sistema dell’Emergenza/Utenza che fa capo al Pronto Soccorso della struttura sanitaria e, più in generale,crea un’ulteriore difficoltà a quei medici ed operatori sanitari che coraggiosamente si adoperano nell’esercizio quotidiano delle loro funzioni che, è appena il caso di ricordarlo, sono volte alla salvaguardia di vite umane. Parimenti non va sottaciuto come – nonostante gli impegni assunti in precedenza – l’ambulanza del 118 non sia stata ancora medicalizzata, nonostante anche i più recenti interventi di emergenza abbiano confermato – se ce ne fosse bisogno – come la presenza di un medico a bordo dell’autoambulanza possa costituire il discrimine decisivo fra la vita e la morte di un paziente! Se a tutto ciò si aggiunge l’aggravante che il provvedimento di declassamento innanzi citato è stato assunto proprio all’inizio del periodo estivo, allorchè i servizi sanitari sono volti non soltanto alla popolazione residente sul territorio ma anche a quella dei tanti turisti che arrivano da fuori, ben si comprende come non sia accettabile questo stato di cose. Per tutti i motivi innanzi detti le ACLI di Scicli, con la presente istanza, chiedono al Commissario Straordinario dell’ Asp 7 di Ragusa -di revocare con sollecita urgenza il provvedimento di declassamento innanzi citato e di ripristinare il pieno e corretto funzionamento del Laboratorio Analisi dell’ Ospedale di Scicli; al Sindaco di Scicli -di protestare formalmente con l’Azienda Sanitaria provinciale n.7 avverso i recenti provvedimenti di demansionamento adottati; -di istituire un tavolo tecnico/politico volto ad elaborare un progetto di salvaguardia dell’Ospedale Busacca di Scicli,al fine di garantirne la funzionale esistenza in conformità alla normativa di settore vigente, già in premesse ricordata, rendendo sin da ora la propria disponibilità a svolgere un ruolo attivo al fine di favorire la positiva riuscita della presente proposta".

https://www.ragusanews.com//immagini_banner/1531731979-3-despar.gif