Cultura Modica

Il Daily Mirror: Modica e il Monoresort, romanzo siciliano

Traduzione dall’inglese di Mara Cannizzaro

Ragusanews pubblica l'articolo apparso il 4 febbraio sul quotidiano inglese Daily Mirror e dedicato alla Sicilia, nella parte relativa a Modica e al Monoresort. La traduzione è di Mara Cannizzaro. Qui l'originale. 

Modica - Dopo esserci riposati, abbiamo preso la lunga strada di campagna che porta da Siracusa a Modica, “la città del cioccolato”. La strada principale, Corso Umberto delineata da palme e da meravigliosi edifici antichi, è una porzione del passato barocco siciliano ancora intatta. Il centro di Modica corre lungo il fondo di una vallata, circondata da una successione di ripide colline abitate. È una città dall’aspetto unico, è un inferno attraversarla in macchina, ma facile per chi è a piedi, tramite le scalinate nascoste dietro ogni angolo che  portano su facilmente, attraverso la rete di viottoli.

Famosa per il suo cioccolato, nessuna visita a Modica si può definire completa senza fare una tappa al Caffè dell’Arte, per un caffè e uno spuntino. Per la cronaca i miei cannoli erano semplicemente divini.
Abbiamo optato per un appartamento self-catering, giusto qualche rampa di scala dal centro. Dico “self-catering”, ma dietro le porte modeste delle nostre camere si trovava un appartamento a due piani simile alla Tardis (macchina del tempo n.d.r) completa di vino in fresco, le stoviglie pronte all’uso, iPad, dvd, libri, un minibar ben fornito e la honesty box: questo sì che è vivere!
A causa dell’avversione fortemente radicata del capo Valerio Molinari nei confronti degli hotel, alimentata da anni di viaggi di lavoro, il concetto dell’alloggio self-catering del Monoresort nasce per dare tutta la privacy e il relax possibili in modo da sentirsi nel proprio habitat con i comfort di un hotel a 5 stelle, compresa un’assistente personale.
La nostra, l’accogliente Enrica, è stata impagabile. Ha organizzato le prenotazioni al ristorante, si è offerta di fare la spesa e di accompagnarci nelle escursioni. La nostra assistente del luogo, sempre a disposizione con consigli e assistenza ogni volta che ne avevamo bisogno.
Dopo aver prenotato per noi un tavolo nella terrazza del lussuoso Torre d’Oriente, con la sua romantica vista sulla città e un’ottima cucina, Enrica, la mattina seguente è venuta a prenderci per accompagnarci su una spiaggia dorata.
Saremmo potuti rimanere a Modica una settimana, ma con immenso dispiacere abbiamo salutato Enrica e ci siamo rimessi in viaggio per la nostra ultima tappa: Taormina.