Cultura Ragusa

Peppuccio Tornatore a Ragusa, per girare uno spot

E’ in cerca di nuovi volti siciliani

Ragusa - Affasciato dai carrubi secolari e dai muretti a secco dell'area iblea, il regista Giuseppe Tornatore sarebbe in procinto di girare uno spot per una famosa azienda internazionale con cui è legato da anni.

La Sicilia torna dunque ad essere protagonista delle riprese del famoso regista premio Oscar. In questi giorni a Ragusa si sono svolti (e ieri pomeriggio si sono conclusi), i provini e la selezione dei casting. Si cercavano bambini e ragazzi ma anche adulti di varia età. Dovrebbero essere comparse e figuranti per lo spot che vedrebbe come protagonisti due modelli. Corre voce della presenza di una modella famosa ma il nome è rimasto top secret. Così come tante altre informazioni.   La produzione ha praticamente la bocca cucita e non vuol illustrare nessun dettaglio riservandosi nel più assoluto "no comment". Le riprese dovrebbero svolgersi tra Ragusa, Acate e Comiso, in aree rurali, e dovrebbero durare tre o quattro giorni, a partire dal 25 marzo.   Per Tornatore sarebbe dunque un rinnovato e gradito ritorno in terra iblea anche se a quanto pare sarà fugace. Come si ricorderà, Tornatore girò soprattutto nell'area del ragusano il fortunato film L'uomo delle stelle con Sergio Castellitto e con la giovane e già brava attrice catanese Tiziana Lodato. Adesso sarebbe appunto in programma uno spot internazionale con la richiesta di modelli e paesaggi mediterranei. E per tale ragione la produzione avrebbe scelto proprio la provincia di Ragusa. Ai casting genitori e bambini non sono stati informativi né della presenza di Tornatore come regista (che comunque a causa del maltempo è rimasto in un hotel fuori città) né del fatto che si trattasse di uno spot. Ma in tanti sognano già il mondo del cinema, quel mondo che non è poi così lontano da Ragusa e che ha trovato un rapporto stretto con la fiction de Il commissario Montalbano, oltre alle tante pellicole di registi famosi che sono state girate usando i monumenti barocchi come set cinematografici. Tanti genitori e soprattutto tanti bambini per la selezione dei casting organizzata a Ragusa dalla Banca del Tempo, presieduta da Marisa Emmolo, e dalla Brahmà Corporation Film di Catania. L’appuntamento era nei locali di via Feliciano Rossitto, n.2, vicino al liceo Scientifico, dove tra l’altro oggi pomeriggio, dalle 15,30, si svolgeranno i provini per gli adulti. Ieri si cercavano bambine dai 10 ai 12 anni e ragazzini dai 13 ai 14 anni. “Siamo sempre felici di poter collaborare con le produzioni cinematografiche – spiega Marisa Emmolo della Banca iblea del Tempo – Il nostro sodalizio compie 13 anni e lo fa proseguendo la sua azione sul territorio. E di questo siamo molto soddisfatti. Quanto al cinema, sappiamo che si tratta di un’importante produzione ma non ci hanno voluto e potuto dire null’altro. La Brahmà è sempre pronta a coinvolgerci ma naturalmente per motivi professionali non può dirci nulla. Intanto tantissimi bambini e ragazzi sono venuti per i provini. Si sono molto divertiti, per tanti è stata un’esperienza assolutamente nuova, per altri invece, non era la prima volta, avevano già fatto i provini per Montalbano e sono stati richiamati per poi essere sottoposti all’attenzione della produzione”. Genitori e ragazzi emozionati allo stesso modo, come spiegano ad esempio Silvana Bocchieri e Chiara Migliorisi, madre e figlia. “Ci ha chiamato un’agenzia per modelle – spiega la mamma – ma anche mia sorella mi aveva avvisato dopo aver visto un annuncio. A me piacerebbe il mondo del cinema per mia figlia ma naturalmente si vedrà in futuro”. “A me piacerebbe molto – dice Chiara, 12 anni – Sarebbe una bellissima esperienza. Vorrei fare l’attrice e la modella da grande”. Emozionata anche Giovanna Firrincieli, mamma di Federica Russo: “Ci hanno chiamati, aveva fatto già un provino per Montalbano, vedremo come andrà a finire, sarebbe bello vedere mia figlia sul grande schermo”. E anche la figlia Federica sarebbe pronta: “Ci hanno fatto varie domande durante il provino. Io avevo avuto un’esperienza del genere in passato, non ero emozionata. So che anzi l’emozione fa brutti scherzi”. C’è chi, giovanissimo, ha già avuto un contratto con un’agenzia di Roma come baby modello e adesso spera di poter avere un’occasione nel mondo del cinema. E’ il caso di Giovanni Panza, figlio di Giuseppe Panza. Padre e figlio ieri ai provini, assieme a tanti, per sperare in un si dalla produzione cinematografica. “Un’amica ha chiamato mia moglie – spiega Giuseppe Panza – Lui aveva già avuto piccole esperienze del genere. Credo che sia molto utile poter fare queste prove. Si tratta sempre di esperienze utili”. E anche il piccolo Giovanni dichiara di credere nel mondo del cinema: “Con queste piccole esperienze ci si avvicina molto al cinema. Del resto anche quelli più famosi sono partiti dai provini. A me piace molto questo mondo. Mi piacerebbe fare l’attore ma anche, perché no, il regista o anche l’operatore di riprese. In passato ho fatto delle foto e un provino. E anche in questo provino sarà assolutamente spontaneo perché voglio impressionare la produzione”. Al bravissimo Tornatore e alla sua troupe la decisione finale.

La Sicilia 

https://www.ragusanews.com//immagini_banner/1536936071-3-despar.gif