Sanità Comiso e Scicli

Ambulanze medicalizzate a Scicli e Comiso

Parla l’on. Ragusa

Ragusa - "Entro luglio sarà operativo il padiglione N all'ospedale Busacca di Scicli e ospiterà oltre al Pronto soccorso e la Medicina anche la Chirurgia, potenziata con i servizi di riabilitazione".

Così comunica l'on. Orazio Ragusa che ha incontrato assieme al sindaco di Scicli Franco Susino il commissario dell'Asp di Ragusa Aliquò e il direttore sanitario dott. Vito Amato.  

Rimarrà il pronto soccorso al Busacca di Scicli e il servizio di emergenza urgenza sarà potenziato, destinando un'ambulanza medicalizzata sul 118. Stesso discorso per l'ospedale di Comiso che potrà contare sull'ambulanza assistita dalla presenza medica.

"E' un risultato importante e che ci soddisfa - sottolinea Orazio Ragusa - e  getta le basi per un futuro rilancio del servizio sanitario in provincia. Stiamo lavorando intensamente per dare il servizio migliore possibile al nostro territorio, cercando di superare ogni ostacolo e guardando all’obiettivo cioè la salvaguardia della salute dei nostri cittadini” Sottolinea Ragusa.

Nella stessa occasione si è chiesto di incrementare il servizio di guardia medica turistica estiva a Cava D'Aliga, predisponendo l'apertura dello stesso sia nel mese di luglio che in quello di agosto. Su questo punto il commissario Aliquò ha dato ampie rassicurazioni .
“E’ evidente – conclude Orazio Ragusa – che per i piccoli ospedali della provincia è possibile operare una riorganizzazione con relativo rilancio inserendo nuovi servizi e noi ci stiamo muovendo proprio nell’ottica dell’ottimizzazione di quello che abbiamo a disposizione”.

A breve a Scicli il Sindaco Susino richiederà un consiglio comunale aperto per discutere di tutte le altre problematiche inerenti i servizi sanitari.

 

https://www.ragusanews.com//immagini_banner/1520323379-3-ecodep.gif

“Voglio, far sentire ogni singolo cittadino attivo e partecipe di quanto accade nel suo e nostro territorio, continueremo a dare delle risposte concrete a tutto il territorio e alla popolazione,  ci si deve sentire salvaguardati nel fondamentale diritto alla salute”,  conclude Orazio Ragusa.

https://www.ragusanews.com//immagini_banner/1523353389-3-cappello.gif