Scuola Ragusa

A Ragusa la geografia la studiano con i piedi

Una festa di fine anno scolastico

Ragusa - Un tricolore sulle note dell’inno nazionale. Così hanno voluto concludere il biennio del corso “Geografia del Territorio. La geografia studiata con i piedi”. Sono gli oltre cento alunni delle quattro seconde medie della Vann’Antò di Ragusa.

Una festa di fine anno scolastico, come tante, tutte le scuole usano fare in giugno. Ed è cosa bella e giusta. Per chi ha lavorato (preside, professori, segretari e bidelli, alunni) e per i genitori che un paio d’ore alla Scuola Regionale dello Sport le trascorrono volentieri, magari stupiti nel vedere il proprio figlio ballare come non avrebbero mai potuto nemmeno sospettare, o la propria figlia – normalmente immersa tra facebook e i messaggini senza mai alzare la testa e meno che mai scambiare due parole o solo salutare – perfettamente a suo agio su un palcoscenico, a recitare e declamare poesie.

Miracoli di una scuola pubblica che ancora riesce a fare, a fare del bene per i nostri ragazzi, tra tagli a fondi e personale, a programmi sempre più astrusi, a regole sempre cambiate.

Alla Vann’Antò hanno lavorato benissimo, e con l’aiuto di esperti esterni (tra i tanti citiamo il solo Piero Nardini, che tanto sta dandosi da fare per la rinascita della Cava Gonfalone e della Cava Santa Domenica, e se dovesse ottenere risultati, una parte di merito potrà condividerla con la media ragusana intitolata al grande poeta Di Giacomo) sono riusciti nel coinvolgere oltre cento ragazzini in un programma ricco, anche di gite (sempre gradite dagli alunni) e di ricerche sul web. Il risultato è stato apprezzato, con i giusti ringraziamenti per il Preside Giovanni Giaquinta (che ha colto l’occasione dello spettacolo per salutare colleghi e collaboratori, andando in pensione tra un mese) e tutto il corpo insegnante, con la doverosa citazione di tre sole insegnanti, che hanno lavorato, tanto e bene, in condizioni non facili, e col solo obiettivo di fare crescere i “loro” ragazzi: Renata Cappello, Giuliana Criscione e Donatella Ventura.

https://www.ragusanews.com//immagini_banner/1543747182-3-nifosi.jpg