Giudiziaria Ispica

Grande Opera di Maria, tutti assolti

“Per non avere commesso il fatto” e “perchè il fatto non sussiste”

Ispica - Assolti i quattro imputati nel processo all’Operazione “Blasphemia”, del mese di settembre del 2008 con l’esecuzione di quattro ordinanza di custodia cautelare a carico dei responsabili della comunità religiosa Grande Opera di Maria di Contrada Lanzagallo a Ispica.

Ieri il Collegio Penale del Tribunale di Modica(Antongiulio Maggiore, Francesco Chiavegatti e Vincenza Rada Scicli) ha assolto, a seconda dei reati, “per non avere commesso il fatto” e “perché il fatto non sussiste”, la leader carismatica dell’organizzazione, Iole Rizza, 72 anni, la “veggente” Giovanna Assenza, 62 anni (colei che avrebbe avuto rapporti diretti con la Madonna e con Dio), e i modicani Orazio Garofalo, 74 anni, presidente dell’associazione, e Saverio Cannata, 74 anni, segretario, a fronte di una richiesta per complessivi dieci anni e quattro mesi del pubblico ministero, Gaetano Scollo.

https://www.ragusanews.com//immagini_banner/1523353389-3-cappello.gif