Giudiziaria Scicli

DDA di Catania sequestra atti al Comune di Scicli. Susino: Collaboreremo

L’inchiesta parte dal 2007

Scicli - Una organizzazione criminale, dedita allo spaccio e alle estorsioni, in grado di condizionare la politica.

Come? Ingerendosi nelle assunzioni nella nettezza urbana, condizionando la gestione dei posti di ambulantato nei mercatini, assicurandosi il racket dei manifesti elettorali.

Politici e amministratori conniventi avrebbero fatto sponda all’organizzazione mafiosa.

A ipotizzarlo è la DDA di Catania, che stamani ha spiccato un mandato di perquisizione, eseguito dai carabinieri, per acquisire documenti del Comune di Scicli, che possano corroborare tale tesi.

Tre i settori sotto la lente di ingrandimento degli investigatori: ecologia, polizia municipale e sviluppo economico.

Le indagini partono dal 2007, ma avrebbero subito una svolta nel 2009, con le assunzioni nel servizio ecologia.

Sereno il primo cittadino, insediatosi nel maggio 2012, Franco Susino: “Massima fiducia nel lavoro di indagine della Dda di Catania e degli organi inquirenti. Collaboreremo per scoprire la verità”. 

https://www.ragusanews.com//immagini_banner/1519199614-3-pura-follia.jpg