Sport Ragusa

Anche i non vedenti vanno a pesca

Trasferta a Palazzolo Acreide

Ragusa - Quando lo sport si abbina perfettamente alla solidarietà, diventa veicolo di riscatto sociale per le categorie meno fortunate, ma può essere ovviamente volano di sviluppo turistico ed economico.

Si è svolto domenica scorsa il 20° trofeo di pesca sportiva riservato ai non vedenti. Nelle acque del laghetto artificiale “La trota” di Palazzolo Acreide si sono dati battaglia oltre 30 concorrenti, provenienti da svariate province della Sicilia.            

La gara è stata dominata da Calogero Aversa di Agrigento con 2,880 chili di pescato, seguito in classifica da Maria Grazia Bonaccorso di Siracusa e Corrado Puddo Corrado di Ragusa rispettivamente con 2,500 e 2,420 chili.

Atleti, accompagnatori e lo staff organizzativo dell’Asd Lenza Club colmic di Ragusa, che ha patrocinato la manifestazione insieme alla sezione provinciale non vedenti di Ragusa, a fine gara, sono stati ospiti per il pranzo dell’Antico convento dei Capuccini di Ragusa,  sponsor ufficiale, a cui ha fatto seguito la cerimonia di premiazione.

“Un ringraziamento – dicono gli organizzatori della manifestazione - va anche agli altri sponsor, senza il cui apporto la realizzazione del trofeo sarebbe stata davvero difficile”.

Nei prossimi mesi il Lenza club di Ragusa e la sezione provinciale ciechi saranno impegnati in altre iniziative tese a coniugare l’attività di pesca sportiva  con i settori economico-turistico e culturale del territorio.