Giudiziaria Scicli

Cassazione: perchè la Procura se la prende con Marsa Siclà?

Annunciate azioni per danni

Scicli - Traffico illecito di rifiuti. Che c’entra Marsa Sicla’? E’ quel che, retoricamente, si chiede la Cassazione con le motivazioni sulla sentenza che ha annullato lo scorso mese di luglio il sequestro della struttura ricettiva di Sampieri, alla quale erano stati apposti i sigilli il 19 gennaio.

“Non si riesce a comprendere, secondo le motivazioni dell’ordinanza impugnata, come il residence Marsa Sicla’ possa essere strumento di siffatto traffico. I magistrati romani, infatti, ritengono che l’ordinanza non fornisce elementi sui quali possa dirsi integrato il “fumus…”tenuto conto che avanti al Tribunale del Riesame di Catania vi era espressa menzione del provvedimento di dissequestro dell’impresa di trasporto dei liquami, Buscema di Modica, circostanza che assume, nella fattispecie, importanza fondamentale”.

Questo e’ il passaggio fondamentale con il quale la Corte di Cassazione con sentenza dello scorso 16 luglio, le cui motivazioni sono state depositate questa settimana, ha accolto il ricorso discusso dall’avvocato Giorgio Floridia, ha annullato gli atti del Gip e del Tribunale del Riesame di Catania e ha ordinato la restituzione della struttura di Sampieri ai legittimi proprietari.

“La polvere si dilata e la verità comincia a venire a galla – dice l’avvocato Enzo Galazzo, difensore di Marsa Sicla’ sia in sede penale che in sede amministrativa” – che da sempre ha confidato di potere dimostrare l’assoluta estraneità della sua assistita alle contestazioni che sono state mosse. “Ancora e’ solo una tappa – aggiunge Galazzo – per quanto importante. Il prossimo 14 novembre avanti al Gip di Catania discuteremo l’incidente probatorio e sentiremo cosa avrà da dire il consulente tecnico d’ufficio a sei mesi dall’incarico”. Intanto il Marsa Sicla’ ha perso la stagione e rischia la perdita della clientela(quasi tutta proveniente dall’estero".

C’è poi la notizia, già data ieri, secondo cui il Tar di Catania, accogliendo il ricorso del Marsa, ha sospeso il provvedimento con cui il Comune di Scicli aveva revocato l’autorizzazione allo scarico.

Annunciate azioni per danni nei confronti di chiunque se ne sia reso responsabile.

   

https://www.ragusanews.com//immagini_banner/1536936071-3-despar.gif