Lettere in redazione Scicli

Funerali dei migranti morti a Sampieri, la sedia vuota del sindaco di Modica

Assente due volte

Modica - Gentile redazione,

da modicana che ogni estate trascorre la propria villeggiatura a Sampieri, ho sentito come un pugno allo stomaco lo sbarco del 30 settembre su quel lido che per me è sinonimo di vacanze, di ferie e di relax.

Ho condiviso la dichiarazione dello stato di lutto cittadino, che il mio sindaco ha proclamato per il 1 ottobre, in segno di adesione alla tragedia che si è verificata in un luogo che per noi modicani è territorio di Modica, e me ne scusino gli amici di Scicli...

In quella occasione sono venuta a Scicli e ho partecipato alla cerimonia religiosa e laica in via Mormina Penna.

Non c'era il sindaco di Modica. 

Anche oggi, ai funerali, al cimitero di Scicli, il primo cittadino della mia città non c'era. 

Non conosco tutti i nuovi assessori e spero proprio che tra le fasce tricolore di tutti i comuni della provincia ci fosse anche quella che rappresenta la mia amatissima Modica.

https://www.ragusanews.com//immagini_banner/1538554682-3-.gif

Credo però, e non me ne voglia Ignazio Abbate, che per quanto gravosi, importanti, molteplici siano gli impegni istituzionali di un sindaco, che si deve occupare di Frigintini come di Modica bassa, ci sono circostanze in cui il sentimento della pietà, del lutto, del dolore, debbano essere rappresentanti dal cittadino che è primo, non solo nella gioia, ma anche nella sconfitta.

Scusate, buon lavoro