Scuola Modica

L’on. Minardo: Non si perda il nome del Liceo Campailla

Accorpamento

Modica - Inoltrata, nei giorni scorsi una richiesta di sollecito al Ministro dell’Istruzione e della Ricerca, Maria Chiara Carrozza e al dirigente generale del personale scolastico del Ministero, dott. Luciano Chiappetta, al fine di dare urgente risposta alle istanze più volte recapitate dal dirigente scolastico dell’Istituto Galilei di Modica, dal Sindaco e dall’assessore alla P.I riguardo la doppia intestazione “Istituto Superiore Galilei-Campailla” , o viceversa. La richiesta inviata per conoscenza al dirigente scolastico, prof. Sergio Carrubba e al primo cittadino, ha già avuto un prima rispondenza dopo che l’on. Minardo ha avuto contatti diretti con l’ufficio del dirigente generale. Dal Ministero infatti nulla osta  relativamente al doppia intestazione ma per competenza dovrà essere l’ufficio scolastico regionale a pronunciarsi perciò già stamattina il Ministero ha inviato gli atti ai competenti uffici regionali.

L’on. Minardo nella sua missiva ha infatti sottolineato l’importanza della doppia intestazione, richiesta proveniente da più parti, non solo dagli addetti ai lavori, ma dagli stessi studenti e dalla città, perchè frutto della volontà collettiva di conservare e custodire la storia e la memoria di un prestigioso istituto, il “Classico Tommaso Campailla”, la cui istituzione risale al 1878 che da sempre ha rappresentato per Modica e per tutta la provincia di Ragusa un centro di studi e formazione dell’intellighenzia iblea. Al "Tommaso Campailla" si sono formate intere generazioni di giovani che hanno poi interpretato significativamente la storia socio - politico - culturale e artistica del territorio. La doppia intitolazione sarebbe una scelta opportuna e corretta anche perché il “Tommaso Campailla” si inserisce tra i primi venti Licei italiani nati subito dopo l’Unità d’Italia mentre lo Scientifico Galileo Galilei ha un’istituzione più recente, 1962, ed è nato come costola del classico. Il ricordo poi di Tommaso Campailla, figlio illustre della nostra città, quale poeta, scienziato, filosofo, testimonianza viva dell’ingegno modicano riconosciuto a livello internazionale, non deve  scomparire deve continuare a vivere nell’intitolazione frutto della confluenza dei due licei. 

E’ questa una prima risposta, dichiara l’on. Nino Minardo, alle istanze provenienti dalla città. Delle risultanze odierne l’on. Minardo ha informato il Prof. Carrubba ed il Sindaco Abbate.