Lettere in redazione Ragusa

Ingiusto l’attacco Cgil e Cisl vs lavoratori della Ditta Busso Sebastiano

Distaccati presso gli uffici della Protezione Civile di Ragusa

Ragusa - «Abbiamo appreso dalla stampa delle inopportune prese di posizione dei segretari della FP- CGIL e FIT - CISL di Ragusa, in merito al trasferimento di due lavoratori della Ditta Busso Sebastiano presso gli uffici della Protezione Civile di Ragusa.

Riteniamo, inoltre, di cattivo gusto e fuori da ogni ragionevole luogo l'attacco rivolto da Cgil e Cisl ai due lavoratori: il ruolo del sindacato è quello di tutelare i lavoratori e garantire l’inviolabilità dei loro diritti, non quello di chiederne le dimissioni, facendo così risparmiare all'impresa qualche centinaio di migliaia di Euro.

Ci piacerebbe capire, invece, come mai i colleghi di Cgil e Cisl non hanno mai fatto nulla, in passato, per far rilevare alla Ditta Busso il sopruso che i due lavoratori hanno subito e stavano da tempo subendo; infatti, pur essendo gli stessi inquadrati al 7° e al 8° livello, quindi di elevata professionalità, venivano continuamente sotto utilizzati, o meglio, relegati a effettuare prestazioni lavorative non rispondenti ai loro inquadramenti professionali, quali rispondere al telefono, per esempio, o fare semplicemente delle fotocopie.

Cigl e Cisl accusano l'Assessore all'Ambiente del Comune di Ragusa di “favoritismi” nei confronti dei due lavoratori distaccati in Protezione Civile, ammonendo l’amministratore, tra le altre cose, per non aver applicato il criterio della meritocrazia in ordine ai già citati trasferimenti del personale.

E a tal proposito una domanda vorremmo rivolgere ai due colleghi segretari che rivendicano solo oggi, bontà loro, l’applicazione dei criteri meritocratici: quale regola ha adottato la Ditta Busso, in questi giorni, per l’assegnazione di livelli superiori nei confronti di alcuni lavoratori?

Favoritismi, gratuitamente prestati all’appartenenza dei lavoratori a una sigla sindacale piuttosto che a un’altra, o pura e semplice meritocrazia?

Ai segretari di Cgil e Cisl funzione pubblica l’ardua risposta.

https://www.ragusanews.com//immagini_banner/1530871689-3-.gif

Noi crediamo fermamente che si sia trattato di meritocrazia, così, per trasparente convincimento, anche se i lavoratori premiati dalla Ditta Busso non sono da noi rappresentati».