Cultura Ragusa

Terramatta a Los Angels e in Australia, per promuovere l’archivio degli iblei

Il film di Costanza Quatriglio, sceneggiato e prodotto da Chiara Ottaviano

Ragusa - Terramatta. Il Novecento Italiano di Vincenzo Rabito analfabeta siciliano,  il film di Costanza Quatriglio  sceneggiato e prodotto da Chiara Ottaviano per Cliomedia Officina in coproduzione con Cinecittà Luce,  è al centro di importanti eventi promossi da prestigiose e diverse  istituzioni culturali a Los Angeles e in varie città australiane.

A  Los Angels la proiezione di Terramatta si è svolta nell’ambito del festival  “Cinema Italian Style”, promosso da Cinecittà Luce e American Cinematheque con il supporto dell’Istituto italiano di cultura di Los Angels e del Mibac- Direzione generale per il Cinema, come  parte  del programma di celebrazioni del 2013- Anno della cultura italiana negli Usa.  In Australia gli incontri per vedere e discutere il film si svolgeranno in città diverse per iniziativa di università, Istituti italiani di cultura e dell’ACIS (Australasian Centre for Italian Studies).

“Sono molto felice per l’interesse e l’attenzione che continua a crescere intorno a  Terramatta sia in Italia che all’estero a più di un anno dalla sua prima visione a Venezia ” dichiara Chiara Ottaviano in partenza per l’Australia dove prenderà parte, oltre che alle varie serate di presentazione del film,  anche al Congresso di Adelaide  dell’ACIS, l’associazione che riunisce gli studiosi australiani e asiatici interessati alla storia e alla cultura italiana.  Il congresso di quest’anno è sostenuto dalla  Flinders University and the dalla University of South Australia.  “Coglierò questa occasione anche per fare conoscere il nuovo progetto a cui tengo molto, l’Archivio degli Iblei,  che è stato anch’esso ispirato dalla lettura di Rabito”. Ad Adelaide numerosi saranno i relatori che interverranno sul caso editoriale e cinematografico  che ha avuto origine dall’autobiografia di Vincenzo Rabito, premiata nel 2000 dall’Archivio Nazionale dei Diari,  data alle stampe da Einaudi nel 2007 e trasformata in un film  premiato quest’anno con il Nastro d’argento come miglior documentario italiano dell’anno.  

Il primo degli incontri in programma in Australia si svolgerà a Melbourne il 3 dicembre all’Istituto Italiano di cultura, seguiranno gli eventi del 4 e 5 dicembre ad Adelaide, l’ultima proiezione di Terramatta sarà il 9 dicembre all’Istituto italiano di cultura a Sydney.

Alle diverse presentazioni e al convegno di Adelaide interverranno accanto a Chiara Ottaviano l’attore Roberto Nobile, sua la straordinaria voce del film documentario, e Giovanni Rabito, l’ultimo dei tre figli di Vincenzo, insieme ad altri studiosi.  Alla proiezione di Sydney parteciperà anche il senatore Francesco Giacobbe, eletto dagli italiani all’estero .


https://www.ragusanews.com//immagini_banner/1531731979-3-despar.gif