Sport Ragusa

Il trofeo Padua a Mirko Amenta

Menzione speciale per Federica Mazzone

Ragusa - E’ il rugbista ragusano Mirko Amenta l’atleta dell’anno 2013. L’apposita commissione giudicatrice composta dai rappresentanti della Provincia Regionale di Ragusa, della famiglia Padua, del Coni di Ragusa, del Panathlon di Ragusa e dall’Assostampa gli ha conferito il trofeo Padua 2013.

Mirko Amenta, 22 anni, giovane promessa del rugby italiano, attualmente gioca nella squadra delle Fiamme Oro di Roma, nel campionato Top Ten, insomma, nell’Eccellenza del torneo nazionale della palla ovale. L’atleta ragusano ha cominciato la sua carriera tra le fila del Padua rugby, per poi approdare successivamente al San Gregorio in A2, A1 e Top Ten, vantando anche diverse convocazioni in nazionale. L’atleta era stato già segnalato e premiato con una targa di riconoscimento per l’edizione 2011 del trofeo Padua edizione 2011.

La commissione giudicatrice composta dal commissario straordinario della Provincia Giovanni Scarso, da Adolfo Padua in rappresentanza della famiglia cui è intitolato il premio, dal delegato del Coni di Ragusa Sasà Cintolo e dal fiduciario Elio Amarù, dai componenti del direttivo del Panathlon Club Enzo Pelligra e Salvatore Giuffrida e dai giornalisti Gianni Molè e Michele Farinaccio dell’Assostampa ha deciso di assegnare una menzione speciale alla cestista ragusana Federica Mazzone che milita tra le fila della Passalacqua Spedizioni con la quale ha raggiunto la promozione nella serie A1 femminile di basket scalando tutte le categorie prima di arrivare al massimo campionato dove attualmente occupa il primo posto in classifica a punteggio pieno.

La commissione ha inoltre segnalato Antonino Puglisi per gli sport paralimpici, Federica Abate per la pallavolo ed Emilia Occhipinti per il tennis

La cerimonia di premiazione dell’edizione 2013 del trofeo Padua è in programma lunedì 23 dicembre alle ore 16,30 nella Sala convegni del Palazzo della Provincia di Ragusa.