Giudiziaria Modica

Scarso: Indagano il Comitato pro Tribunale? Siamo increduli

Il costo di essere scomodi

Modica - “Incredulità e stupore”. È quanto provato dal Comitato pro tribunale di Modica alla notizia  della convocazione del portavoce, avv. Enzo Galazzo, in Procura a Ragusa, in quanto è stato aperto un fascicolo sul Comitato. Non è stato ravvisato alcun reato. Si tratta di fatti non costituenti notizia di reato, ma l’avv. Galazzo è già stato sentito dalla polizia giudiziaria in merito allo statuto del Comitato, alla sua composizione, alle finalità e alle azioni intraprese.

Il Comitato prende atto di quanto avvenuto, sottolineando come le iniziative promosse siano state condotte “con assoluta trasparenza di finalità e di metodi”. Il Comitato, inoltre, “ribadisce l’assoluta legalità del proprio operato nel quale insisterà sino al raggiungimento degli obiettivi prefissi”. “Ritengo quest’iniziativa impropria, e getta un’ombra sull’iniziativa medesima” – ha commentato di recente l’avv. Galazzo -. In merito interviene anche l’avv. Carmelo Scarso, in qualità di cofondatore e componente del Comitato. “Penso che sarebbe legittimo e doveroso chiedersi, invece, quale siano le finalità della Procura della Repubblica – dice -. Non saranno queste iniziative (d'accusa?) a fermare la strada intrapresa”.

Tra le iniziative promosse è imminente quella del 15 dicembre, alle 9.30, all’auditorium “Floridia”. Si tratta di un’assemblea pubblica per coinvolgere tutti i cittadini nella battaglia a difesa del tribunale di Modica, perché non sia abbandonata una struttura moderna quale quella modicana.