Lettere in redazione Scicli

Mercato Esa, i nostri meriti

Ci scrive l’ex assessore Giannone

Scicli - In un momento di crisi economica che stiamo attraversando esprimo grande soddisfazione per la  delibera della Giunta Regionale che  finanzia  il progetto di “utilizzazione strutture del Mercato del Fiore in c.da Spinello con annesso centro servizi polifunzionale per il settore agricolo e mostra mercato degustazione di prodotti tipici enogastronomici locali” proposto nel 2010 dalla giunta Venticinque nell’ambito del  Piano Integrato di Sviluppo Territoriale (PIST).

Il mio ringraziamento va a coloro i quali allora si sono prodigati affinchè in tempi ristrettissimi si riuscisse a predisporre un progetto così importante portandolo all’approvazione definitiva  con tutti i pareri degli enti preposti compresa l’approvazione in Consiglio Comunale mediante una serie di conferenze di servizio che giornalmente si svolgevano al comune di Scicli , merito che va dal progettista Arch. Bartolo Statello, ai Capi Settori del Comune di Scicli, Ing. Salvatore Calvo , Ing. Guglielmo Spanò e Ing. Andrea Pisani responsabile allora dei  progetti Pist e a tutti i loro collaboratori.  Ricordo che oltre a questo progetto ne furono predisposti altri dodici  per un importo complessivo ammontante a circa € 22.200.000,00 fra cui i piu’ importanti sono:

 completamento degli interventi di recupero e riqualificazione delle grotte del quartiere rupestre di Chiafura con annesso parco degli aromi e fruizione di un ascensore di accesso al quartiere e al colle San Matteo ;

 completamento convento dei Cappuccini con recupero della chiesa annessa e Villa Penna per la creazione di un laboratorio culturale, di arte contemporanea e attività musicali e teatrali;

 realizzazione di un parcheggio in prossimità di Villa Penna.

Il mio auspicio è che adesso nel piu’ breve tempo possibile si accelerino tutti gli iter burocratici in modo da consentire la rapida approvazione del progetto esecutivo e quindi l’appalto di un opera importantissima per la nostra città che potrà dare una boccata di ossigeno alle tante imprese locali attualmente in crisi oltre a quello che può rappresentare in termini di recupero ambientale tale progetto che andrà a riqualificare un’area da decenni degradata che si trova attaccata al Mercato Ortofrotticolo di Spinello e alla costruenda pista Eliportuale.